TOP NEWSVENETO

8 marzo in sordina tra crisi internazionali e rincari

Mentre in queste ore si celebra un 8 marzo in sordina, tra crisi internazionali e rincari, un grido dall’allarme arriva dal mondo del lavoro con  la CISL che avvisa sullo stato di emergenza in cui versa l’occupazione femminile.

Alla fine del 2021 i disoccupati in Veneto erano circa 396 mila di cui  il 57% donne e dove in realtà come Padova e Rovigo (secondo i dati riferiti) da Francesca Pizzo e Stefania Botton, rispettivamente segretarie territoriali di CISL Padova e Rovigo, il nostro territorio registra percentuali analoghe, infatti a Padova su 70200 disoccupati, 40300 sono donne; mentre per Rovigo su 21200 senza lavoro, le donne inoccupate sono poco meno di 12500.

Attraverso questi dati ci si può rendere facilmente conto di quanto siano necessari interventi strutturali di lotta alla precarietà nel contrasto alle disuguaglianze di genere nel mondo del lavoro e dove investimenti attraverso i fondi dello stesso Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) possono rappresentare un’importante occasione per porre basi concrete per l’abbattimento di queste vere e proprie barriere.

 

Di Eleonora Passarella

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button