Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet

La prima edizione di Women vs Men è stata un successo di sport, pubblico e partecipazione oltre ogni aspettativa. Professionisti internazionali hanno accettato questa divertente sfida che usciva dai soliti schemi di gara, proponendo la stessa formula a squadre della Ryder Cup, il grande evento golfistico atteso in Italia per il 2022, che vedrà professionisti americani giocare contro i colleghi europei.

La vittoria di Women vs Men è andata alle Ladies davvero per un soffio, 6 punti contro i 5 e mezzo dei colleghi maschi, gara combattuta fino all’ultimo putt dell’ultimo match. Infatti, nella bellissima location del Golf della Montecchia, promotore dell’evento insieme ai club del gruppo PlayGolf54 e all’olimpionica Giulia Sergas, si sono svolti ben 10 match tra pro e proette di varie età e ogni vittoria portava punti alla rispettiva squadra. Sei sfide sono state aggiudicate dalle professioniste: Diana Luna ha vinto contro Andrea Rota, Veronica Zorzi contro Francesco Rocca, Perrine Delacourt ha avuto la meglio con Luca Cianchetti e Giulia Sergas ha superato Josè Manuel Lara. Anche tra le nuove promesse del golf Caterina Don è riuscita a ottenere un miglior risultato rispetto al collega Giulio Castagnara, vittorioso però nella ProAm della mattinata, che vedeva affiancati pro e amateur. Castagnara a breve proverà la carta per il Tour allenato da Jonathan Baglioni, Maestro della MGA Montecchia Golf Academy.

Sfida delle sfide, quella storica, vinta da Federica Dassù vs Costantino Rocca, ma la loro accoppiata è stata talmente divertente e ricca di esperienza che per il pubblico è stato puro spettacolo.
Per gli uomini hanno vinto Miguel Cabrera Bello con Tiffany Joh, Niccolò Bisazza con Isabella Maconi, Giovanni Dassù ha portato un’altra vittoria in famiglia giocando contro Natasha Fear e Andrea Maestroni si è aggiudicato il match contro l’ecuadoregna Daniela Darquea.

“E’ stato possibile realizzare una gara tra uomini e donne, bambini e bambine, tra Pro e Proette di età diverse, grazie alla modularità del campo dal golf, con partenze da tee diversi, quindi da distanze diverse dalla buca d’arrivo. Una versatilità tipica dello sport del golf che permette davvero a tutti di giocare insieme, considerando e rispettando le differenze fisiche, di età e di livello, con lo scopo di unire e non di dividere. Proprio su questo si fonda lo spirito di Women vs Men e devo ringraziare tutti i professionisti per la loro sportività e il loro entusiasmo nel mettersi in gioco. Siamo già pronti ad organizzare la prossima edizione poichè sulla competizione, ha vinto una bellissima atmosfera di complicità e divertimento” commenta entusiasta Giulia Sergas ideatrice dell’evento.

Una giornata letteralmente di festa dedicata al golf, con tanto pubblico e tanti giocatori in erba pronti a mettersi alla prova sul putting green dedicato ai tiri di precisione e sul driving range, per i colpi più lunghi. A conclusione dell’iniziativa l’emozionante concerto del Coro BluBordò .

“Siamo davvero contenti di aver avuto tante richieste di lezioni prova, molti giovani, sia ragazze che ragazzi, adulti e bambini. I nostri Maestri sono stati impegnati tutto il pomeriggio. Promuovere il golf è uno dei nostri principali obiettivi, non solo alle nuove generazioni, ma a tutti coloro che vogliano scoprirne divertimento e potenzialità sportive” spiega Maria Paola Casati, responsabile della MGA.

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

VENETO : ELOGI DEL PRESIDENTE DEL VENETO LUCA ZAIA A FEDERICA PELLEGRINI PER LA SUA 50.a MEDAGLIA INTERNAZIONALE

“Ti siamo immensamente grati per tutte le emozioni e le gioie che ci hai regalato ...

Rispondi