A Socchieve il Soccorso Alpino chiamato in aiuto della Croce Rossa

Un intervento insolito per il Soccorso Alpino e Speleologico quello concluso pochi minuti fa a Lungis di Socchieve, ma che rivela l’essenzialità della presenza capillare dei suoi tecnici volontari sul territorio, soprattutto quello montano, per sopperire anche a necessità legate alla salute dei suoi abitanti.

La richiesta di aiuto è pervenuta in stazione intorno alle 13 da parte della Protezione Civile: c’era la necessità di provvedere al trasporto di una persona gravemente malata e particolarmente pesante, che doveva essere trasferita all’ospedale di Tolmezzo per proseguire le cure. In un primo tempo erano stati contattati i Vigili del Fuoco, i quali però sono stati cooptati con urgenza altrove per un incendio e non han potuto recarsi sul posto.

Si sono dunque resi disponibili cinque tecnici della stazione di Forni di Sopra del Soccorso Alpino e Speleologico, che hanno atteso l’arrivo della Croce Rossa e, dopo la preparazione della paziente ad opera dei sanitari, necessaria data la particolare gravità del caso, l’hanno trasportata fuori dall’abitazione al primo piano e poi,, calandola a forza di braccia lungo diversi gradini esterni alla stessa, fino all’automezzo.