Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Andrea Picco al Parlamento sloveno: “Nasce una nuova forma di collaborazione tra Gorizia e Lubiana”

Andrea Picco al Parlamento sloveno: “Nasce una nuova forma di collaborazione tra Gorizia e Lubiana”

E’ stato proficuo l’incontro di oggi a Lubiana, in Parlamento, tra il candidato sindaco del Forum per Gorizia, Andrea Picco e il deputato della Sdruzena Levica, Nikola Janovic Kolenc. Presente anche Matej Vatovec, altro giovane esponente della compagine che rappresenta la sinistra all’opposizione nel contesto politico sloveno. La discussione, durata circa un’ora, ha toccato soprattutto i temi della collaborazione transfrontaliera, dei diritti umani, dell’ambiente e dell’importanza dell’unità della sinistra, sia in Italia che in Slovenia. “Con questo incontro abbiamo ufficialmente chiesto di iniziare una nuova forma di collaborazione tra Gorizia e Lubiana che non termini con le prossime elezioni amministrative. L’obiettivo è che il Forum diventi un interlocutore privilegiato in questo processo anche dopo”- riporta Picco.

“Attualmente i membri della Sdruzena levica guardano a Gorizia come a un punto di riferimento dato che anche loro avranno le elezioni l’anno prossimo”. Intanto, Janovic e alcuni esponenti del suo partito nelle prossime settimane approderanno nel capoluogo isontino per un appuntamento ad hoc in questa fase elettorale. “Come Forum abbiamo ribadito che per noi è stato un onore venire a Lubiana. Abbiamo anche parlato di cominciare a pensare a Gorizia e a Nova Gorica come a un’unica città, con prospettive e peculiarità comuni. Bisogna lavorare alla creazione di un unico punto di vista tra chi vi abita. Abbiamo individuato la Sdruzena levica come partner per affrontare questa fase di cambiamento e contemporaneamente di sviluppo della due città, per portarle al futuro. Si tratta di un nuovo modo di intendere la politica, che non sia quello di una parte o dell’altra ma quello di una visione comune del territorio. Questo non può nascere senza che esistano relazioni tra le persone. Le due comunità devono concepirsi come parte di uno stesso territorio, non di due realtà al confine di due nazioni. Il Gect sennò non avrà senso di esistere e sarà solo una scatola vuota dove mettere i soldi”.

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

ABANO TERME (PD) : VISITA DELL’ASSESSORE DE BERTI AL CENTRO CONTROLLO AL TRAFFICO E ASSISTENZA AL VOLO AERONAUTICO

L’Assessore regionale ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti Elisa De Berti ha fatto visita oggi ...

Rispondi