Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / ANTICIPO PENSIONI ….A QUALE COSTO?
PENSIONE ANTICIPATA A QUALI COSTI ?
PENSIONE ANTICIPATA A QUALI COSTI ?

ANTICIPO PENSIONI ….A QUALE COSTO?

È entrato in vigore solo il 18 ottobre 2017 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 settembre 2017 n.150 relativo all’anticipo pensionistico volontario. La misura avrebbe dovuto essere operativa già entro i primi di marzo, secondo quanto disposto dalla norma di riferimento (L. 232/2016), ma la complessità di questa prestazione di natura creditizia ha comportato maggiori difficoltà nella stesura della disciplina attuativa rispetto all’Ape sociale e alla pensione anticipata dei lavoratori precoci. In realtà, per completare definitivamente il quadro regolatorio dell’Ape volontario si dovranno attendere gli Accordi Quadro con le associazioni bancarie e assicurative che conterranno, fra le altre informazioni, i dati per calcolare i costi che i contribuenti dovranno sostenere per andare in pensione prima.   I fruitori di Ape potranno fare domanda di estinzione anticipata parziale o totale del finanziamento attraverso il sito Inps all’istituto finanziatore, generando così la cessazione della copertura assicurativa e la garanzia dell’omonimo Fondo Inps. Se la domanda di estinzione anticipata verrà presentata in fase erogativa di Ape Volontario, contestualmente sarà annullata anche la domanda di pensione di vecchiaia ‘irrevocabile’. In seguito alla richiesta anticipata totale di estinzione del finanziamento, sarà l’istituto finanziatore a determinare il saldo da restituire; in  caso di estinzione parziale, il finanziatore comunicherà a Inps il nuovo piano di ammortamento e la relativa rata, che saranno oggetto di specifica informativa all’Apista e alla compagnia assicurativa da parte di Inps, che svolge la funzione di ‘intermediario’ fra i vari enti coinvolti. L’estinzione anticipata sarà materialmente operata dall’apista con un pagamento unico entro 30 giorni dalla notifica dell’istituto finanziatore; solo nel caso di estinzione anticipata parziale l’Apista sarà maggiorato anche dell’onere di un costo gestionale-amministrativo, quantificato nei futuri Accordi Quadro. Estinto il prestito, l’istituto finanziatore comunica il perfezionamento dell’operazione ad assicurazione ed Inps: sarà Inps a interrompere la trattenuta dalla prima rata di pensione successiva; l’istituto assicurativo rimborserà, secondo modalità da specificare, all’apista la parte di premio non goduta, così come il Fondo di Garanzia Inps restituirà la corrispondente quota di commissione per il fondo.

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

Aquaticrunner 2018, uno straordinario successo!

Il mondiale individuale di Swimrun nonchè campionato italiano CSEN (infatti venivano assegnati due titoli alla ...

Rispondi