Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Senza categoria / CANDIANA (PD ) : SCOPERTO UN CAPANNONE UTILIZZATO COME DISCARICA ABUSIVA .

CANDIANA (PD ) : SCOPERTO UN CAPANNONE UTILIZZATO COME DISCARICA ABUSIVA .

I Carabinieri della Stazione di Agna (PD) hanno eseguito un accesso all’interno di un capannone in Via Valli a Candiana (PD), dove, nell’area esterna, era stata rilevata la presenza di una ingente quantità di materiale accatastato.  Giunti sul posto, gli operanti si sono trovati di fronte a una vera e propria discarica di rifiuti non autorizzata, con rifiuti stoccati sia all’esterno che all’interno del capannone.  I Carabinieri, oltre a trovare nel cortile del fabbricato una enorme catasta di scarti provenienti da lavorazioni tessili, hanno rinvenuto all’interno, dove si trovava la maggior parte dei rifiuti:

  • 13 “balle” di rifiuto denominato “PET”;
  • 100 “balle” di rifiuto tessile;
  • 50 “balle” di rifiuto plastico di varia natura;
  • 100 scatole di scarto di prodotti plastici stampati.

Tutto il materiale e l’area, compreso il fabbricato, è stato sottoposto a sequestro. Sono, inoltre, in corso accertamenti finalizzati a verificare l’eventuale presenza di rifiuti pericolosi nascosti all’interno delle balle di materiale, anche con il coinvolgimento dei reparti speciali dell’Arma dei Carabinieri, nello specifico il Nucleo Operativo Ecologico Carabinieri di Venezia.

Non va dimenticato, infatti, che uno dei metodi utilizzati per smaltire i rifiuti pericolosi per evitare di rivolgersi a ditte specializzate, con gli elevati costi da sostenere, consiste nel rivolgersi a persone senza scrupoli che mescolano i rifiuti per stoccarli e poi, in molti casi, appiccare il fuoco per distruggerli senza lasciare traccia del reale contenuto degli stessi.

Dagli accertamenti è emerso che il capannone era stato preso in locazione, da almeno 3 anni, da parte di Z.S., 52enne di Tribano (PD), che svolge l’attività di autotrasportatore autonomo, mentre il fabbricato è di proprietà di una famiglia di Candiana, che è risultata totalmente estranea ai fatti.  In relazione a quanto sopra, il responsabile è stato denunciato in stato di libertà per aver realizzato, senza autorizzazione, una raccolta e uno stoccaggio abusivo di rifiuti.

Ulteriori indagini sono in corso e non si escludono nuovi sviluppi.

Ovviamente anche  i servizi aerei di monitoraggio proseguiranno per essere di costante ausilio all’attività informativa e preventiva che le Stazioni dell’Arma, sparse sul territorio di tutta la provincia, già compiono quotidianamente.

 

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

VERONA: OPERAZIONE ANTIDROGA. ARRESTATO UN PUSHER E SEQUESTRATI 200 GRAMMI DI HASHISH

La  Guardia di Finanza di Verona, ha arrestato una persona di nazionalità marocchina, senza precedenti ...

Rispondi