Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / CAORLE – PERDE 5 PUNTI SULLA PATENTE, INSEGUE GLI AGENTI CON IL PIEDE DI PORCO

CAORLE – PERDE 5 PUNTI SULLA PATENTE, INSEGUE GLI AGENTI CON IL PIEDE DI PORCO

Fermato alla guida dell’ auto con il telefonino, operaio insegue gli agenti con un piede di porco e li manda al Pronto soccorso. Per far desistere dalla violenza M.M., caorlotto di 61 anni, gli agenti hanno dovuto estrarre la pistola. Non contento, l’ uomo ha continuato a sferrare calci ai poliziotti, ferendosi alla testa mentre lo stavano trasportando con l’ auto di servizio al Comando. All’ indomani della richiesta del Governatore Zaia di fermare quelle violenze registrate sul litorale nel weekend, il bilancio è davvero pesante. Due agenti sono finiti infatti al Pronto soccorso, ma anche lo stesso operaio ha dovuto farsi curare le ferite. Per lui sono scattate anche le manette per l’ accusa di aggressione, violenza e minacce a Pubblico ufficiale. Tutto per quel cellulare che secondo gli agenti l’ uomo stava utilizzando mentre era alla guida. Non era ancora mezzogiorno quando una pattuglia del Comando diretto da Armando Stefanutto era impegnata su via Pineda a Caorle per un controllo stradale. Alla richiesta dei documenti per stilare il verbale l’ uomo si è agitato, perdendo le staffe quando gli è stato comunicato che gli sarebbero stati decurtati 5 punti dal documento di guida. L’ uomo, manutentore in un campeggio della zona, è sceso dall’ abitacolo e dal bagagliaio ha preso la borsa degli attrezzi con un piede di porco. Poi brandendolo agli agenti, ha inseguito uno di loro colpendolo poi con dei calci. A quel punto il collega ha estratto la pistola d’ ordinanza riuscendo a far desistere il sessantunenne a proseguire nella sua violenta manifestazione di protesta. In supporto intanto sono arrivate altre pattuglie che hanno immobilizzato il caorlotto che non avrebbe gradito, continuando a calciare contro i poliziotti. Caricato nell’ auto si è poi ferito battendo la testa contro l’ abitacolo. Tutti sono poi finiti al Punto di primo intervento per le cure. Qualche giorno di prognosi per la coppia di agenti che ha rimediato dei traumi e delle ferite. Non è andata meglio all’ operaio di Caorle, che dovrà vedersela con la Giustizia. E’ stato infatti accompagnato ai domiciliari in stato di arresto, in attesa che l’ autorità si pronunci. Dovrà pagare anche la multa di 160 euro, ridotta a 112 se salderà entro 5 giorni. Nessun sconto invece sulla patente, decurtata di 5 punti. Intanto sul litorale si attendono i rinforzi di Polizia e Carabinieri, dato che le amministrazioni comunali non possono spendere altro denaro per nuove assunzioni. Tutto mentre le violenze in riva al mare sono oramai all’ ordine del giorno, con lo stesso Governatore che chiede di fermarle, mentre il boom dei turisti deve ancora arrivare.

Articolo di Redazione Venezia

Leggi anche...

Carceri(PD): Lama sporge da camion e taglia un’auto come formaggino. Salva l’automobilista.

Una staffa  che doveva restare agganciata al camion, invece si è staccata trasformandosi in una ...

Rispondi