CAORLE: SEMINA ANGUILLE salvaguardiamo la specie

Dal 2006, e quindi per il nono anno consecutivo, l’Amministrazione comunale di Caorle ha proceduto alla semina di anguille di piccola taglia nei canali lagunari. Le operazioni hanno impegnato per alcune ore della mattinata gli agenti della Polizia locale, dell’Ufficio Pesca del Comune di Caorle, oltre ai tecnici della ditta che ha materialmente fornito i “ragani”.

Anche quest’anno la semina delle piccole anguille, seguendo le normative di salvaguardia della specie dettate dalla Comunità Europea, ha come scopo principale quello di cercare di ripopolare le acque lagunari, per le quali il Comune di Caorle detiene i diritti esclusivi di pesca, e per mantenere vive le tradizioni e la cultura del mondo della pesca. Le anguille infatti un tempo erano molto diffuse nelle acque lagunari e rappresentavano la prima risorsa della pesca in laguna; mentre oggi, purtroppo, si vedono molto più raramente. La semina è particolarmente interessante per la laguna di Caorle in quanto area umida, la cui particolarità dell’ecosistema risulta essere tra le zone più idonee a questo tipo di intervento.

Nei canali lagunari sono state riversate oltre 6.000 anguille di piccola taglia, per un peso complessivo di 165 Kg.