Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Eventi / CICLISMO, IN 120 PER LA SECONDA EDIZIONE DEL MEMORIAL COCHI BONI

CICLISMO, IN 120 PER LA SECONDA EDIZIONE DEL MEMORIAL COCHI BONI

Torna la Notturna, gara ciclistica riservata agli under 23, e per la seconda volta è intitolata alla memoria di Cochi Boni. La sera del 14 luglio attese almeno mille persone nel centro di San Donà per assistere alla gara con partenza, e arrivo, di fronte al Teatro Astra alle 20,30. Come lo scorso anno organizzazione a cura di Federciclismo Venezia, in collaborazione con l’Unione Ciclismo Bersaglieri del Piave e il supporto del Comune di San Donà di Piave. E sono già 120 i ciclisti preiscritti contro gli 87 partecipanti dello scorso anno. «Ancora un paio di squadre non hanno confermato la loro presenza, perciò il numero dei partecipanti potrebbe anche aumentare – spiega Gianpietro Bonato, presidente provinciale della Federazione Ciclistica – Considerando anche le solite defezioni dell’ultimo momento, avere con buona certezza oltre 100 partecipanti è un bel numero per una notturna».

Quest’anno  gara sarà da 100 km netti. Percorso allungato rispetto allo scorso anno, fino a 2,5 km, da ripetere 40 volte. Dall’Astra i corridori sfileranno in senso orario verso via XIII Martiri, quindi via Eraclea, via Battisti, corso Trentin, via Aquileia, via Jesolo, e ritorno in via Ancillotto di fronte all’Astra. L’allungamento del percorso, di circa 350 metri rispetto allo scorso anno, è ottenuto nel passaggio da via Eraclea a via Battisti, evitando la rampa. «È stata raddrizzata la curva Cipollini» scherza Bonato, ricordando la rovinosa caduta dell’allora campione del mondo Mario Cipollini all’arrivo di tappa a San Donà del Giro d’Italia 2003.

 

Al vincitore un telaio da corsa in carbonio. Premi fino al decimo classificato. Anche classifica a punti con traguardi volanti ogni 5 giri e premi ai primi tre classificati. L’anno scorso trionfò il promettente Andrea Vendrame. «La prima edizione del memorial Cochi Boni, l’anno scorso, è stata una bella esperienza che conferma come le manifestazioni sportive non siano degli organizzatori ma appartengono alla città e ai cittadini – così il vicesindaco e assessore allo sport Luigi Trevisiol – Ringrazio anticipatamente i volontari, il personale comunale e tutti quanti si stanno impegnando permettendo di mantenere questa importante tradizione che continua».

 

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

Crollo Ponte Morandi: morti Axelle, Melissa, Nathan e William, ventenni francesi diretti in Sardegna

Axelle Place, Melissa Artus-Bastit e Nathan Gusman, William Pouzadoux. Ci sono anche questi quattro ragazzi ...

Rispondi