CITTADELLA : Gli studenti dell’ITIS ” G.Girardi ” visitano la stazione dei Carabinieri nell’ambito di ” Cultura della Legalità “

Nell’ambito del programma di incontri tra i militari dell’Arma dei Carabinieri e gli studenti in tema di “Cultura della legalità”, 110 studenti dell’Istituto Tecnico Statale “G. Girardi” di Cittadella, hanno visitato, accompagnati dai loro insegnanti, la Compagnia e la Stazione Carabinieri di Cittadella.

Gli studenti, suddivisi in 4 gruppi, hanno assistito, in due giornate diverse, ad un’illustrazione del funzionamento degli automezzi in dotazione alla Compagnia, in particolar modo quelli dell’Aliquota Radiomobile, utilizzati quotidianamente nel servizio di controllo del territorio, con la possibilità di assistere, dal vivo, al funzionamento dei vari dispositivi e dei vari apparati che equipaggiano i veicoli quali l’etilometro, le radio portatili e altri dispositivi in dotazione al reparto.

E’ stata altresì esposta la Stazione Mobile, veicolo che racchiude una “piccola caserma” che può essere dislocata,  all’occorrenza, in occasione di grandi eventi o in luoghi dove si presenta la necessità di svolgere un’attività di presidio limitata nel tempo, allo scopo di accrescere il servizio a favore della collettività.

Il secondo gruppo è stato, invece, occupato con il personale in servizio alla centrale operativa, che ha illustrato ai ragazzi la procedura di ricezione e trattazione delle chiamate di soccorso al “112” spiegando le modalità di gestione dei veicoli  in servizio esterno dislocati nell’Alta Padovana, nonché con il personale addetto al fotosegnalamento, che ha illustrato la procedura  per l’acquisizione delle impronte papillari e palmari da utilizzare successivamente per l’identificazione delle persone. Sono stati anche spiegati i metodi di esaltazione e successivo rilievo delle stesse, simulando un sopralluogo svolto sul luogo dove è stato commesso un ipotetico reato.

Le impronte papillari rappresentano, unitamente al DNA, uno degli strumenti investigativi maggiormente noti per giungere all’identificazione di un individuo.

All’esito delle attività, numerose sono state le domande e le curiosità dagli studenti sul servizio espletato dall’Arma sul territorio dell’Alta Padovana, a dimostrazione del grande interesse che ogni anno suscita la visita delle scolaresche ai reparti dell’Arma impegnati nel servizio h24 di controllo del territorio e di prossimità al cittadino.

Nell’ambito del progetto di educazione alla legalità, nelle prossime settimane saranno organizzati altri incontri presso tutti gli Istituti Superiori e presso le Scuole Secondarie di primo grado del territorio.