Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Eventi / EstatePN 17 luglio: Noncello, concerto aperitivo, Humus Park laboratori, I Papu

EstatePN 17 luglio: Noncello, concerto aperitivo, Humus Park laboratori, I Papu

Domenica 17 luglio per l’Estate in Città escursioni fluviali sul Noncello col Pontoon Boat (accessibili solo tramite prenotazione a gite.noncello@comune.pordenone.it),la navigazione arriverà fino a Prata.

Domenica 17 luglio (ritrovo alle 18 all’entrata del Castello di Torre) prendono il via nell’ambito dell’Estate in Città le attività proposta da Eupolis che coniugano land art (Humus Park) e archeologia. Il percorso  proposto (attività compresa nel biglietto di entrata al Museo Archeologico, 3 euro intero, 1 ridotto) andrà alla ricerca delle molte tracce archeologiche dell’area di Torre, appoggiandosi a carte storiche, immagini d’archivio e altre fonti. La passeggiata dal Castello di Torre, sede del Museo archeologico, porterà fino alle vestigia dell’antico Cotonificio, sfiorando le opere di land art create nell’area per Humus Park. Questa attività verrà riproposta anche il 24 e 31 luglio e il 14, 21 e 28 agosto. Specifico per i bambini sarà invece il laboratorio didattico del venerdì pomeriggio (5 e 26 agosto alle 17). Info:info@eupolis.info

Il concerto aperitivo dell’Estate in Città a cura del Conservatorio Tomadini di domenica 17 luglio alle 11 nel Convento di San Francesco brilla per 2 esecuzioni in prima mondiale assoluta. Nella prima parte Eduardo Cervera Osorio, chitarra solista, darà voce a una serie di compositori del centro e sud America, a partire da Manuel Ponce, punto fermo del repertorio solistico messicano, la cui musica raffinata e piacevole risente degli studi a Bologna e Parigi, molto conosciuto grazie all’attenzione che gli dedicò Segovia, virtuoso per antonomasia della chitarra novecentesca, che ne  revisionò e interpretò tutta la produzione. Sua la celebre canzone Estrellita. Completano il recital la Mazurka appassionata del paraguiano Barrios e la prima esecuzione mondiale di Pieza Vienesa del contemporaneo Roberto Abraham, rappresentante della cultura musicale dello Yucatan. La seconda parte è dedicata a un duo, violino e chitarra (interpreti ancora Eduardo Cervera Osorio alla chitarra e Assuera De Vido al violino), legato intimamente al nome di Nicolò Paganini, ottimo esecutore e cultore della chitarra, oltre che naturalmente del violino. La chitarra è strumento che amava suonare spesso in contesti riservati,  e vi dedicò pagine solistiche e numerose Sonate per violino e chitarra. Verrà eseguito la Sonata Concertata. Dal mirabile ciclo delle Sette Canzoni popolari spagnole di De Falla, uno dei capolavori della musica per voce e pianoforte contemporanea, verrà data rilettura di una selezione di 5 pezzi. Infine l’altro brano in prima esecuzione mondiale di Roberto Abraham, Preludio 2. Eduardo Cervera Osorio ha svolto attività concertistica in importanti teatri e sale da concerto in Messico, Spagna, Italia e Slovenia e inoltre è intervenuto come solista con l’Orchestra sinfonica dello Yucatan sotto la direzione di Luis Luna Guarneros e, con lo stesso direttore, come solista con la Camerata academica di Mérida. È vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali. Assuera De Vido Fa parte di alcune formazioni orchestrali come il Kiara ensemble,

l’orchestra In musica gaudium, l’orchestra giovanile Academia symphonica, la UK Symphony (composta da elementi dei Conservatori di Udine e di Klagenfurt), la nuova orchestra Amici della Musica, l’orchestra San Giusto di Trieste. Suona, inoltre, in diverse formazioni di musica da camera.

Domenica 17 luglio alle 21 nell’arena verde del castello di Torre prosegue la maratona teatrale dei Papu, che metteranno in scena tutte le sere fino al 21 luglio Si fa presto a dire elettrodomestico. Con la ormai collaudata formula con la quale i Papu sanno unire racconto storico e divertimento, Andrea Appi e Ramiro Besa raccontano la storia dell’azienda che ha cambiato il volto e lo sviluppo di Pordenone, mettendone in rilievo i tratti salienti, dando voce a generazioni di operai e di dirigenti, elementi interdipendenti di quel grande processo economico che ha risollevato il Paese dalle macerie di due guerre, sconfitto la dilagante miseria e costruito il nostro attuale benessere. In particolare verranno rappresentati i due punti vista dei dirigenti e degli operai e il loro diverso sguardo sulla storia e sul presente dell’azienda. In scena dunque 2 personaggi fittizi, che nel loro dialogo/confronto riassumono il risultato dello studio su libri e documenti, ma anche di interviste fatte a chi l’azienda l’ha vissuta in prima persona, dal Circolo anziani della Zanussi a rappresentanti del sindacato. Una ricerca completata da una visita allo stabilimento odierno, molto diverso da quello degli anni Sessanta. Ne risulta  un percorso  di tante fatiche, entusiasmi, soddisfazioni e di altrettante sfide per il futuro. La base musicale registrata è a cura di Elisa Santarossa, voce, Stefano Gislon, chitarra e Francesco Bearzatti, sax. Suono e luci di Alberto Biasutti, scenografie di Stefano Zullo e Maria Paola Di Francesco, video editing di Paola Dalmazi e Francesco Sogaro, voci di Lisa Moras, Carla Manzon e Paolo De Zan, foto di Paolo Meiorin e Alida Canton. In caso di maltempo, per questioni logistiche, in bastia verrà messo in scena Un prete ruvido, spettacolo dedicato a monsignor Lozer, figura paradigmatica del quartiere di Torre e della sua storia. Prevendita tutti i giorni (escluse le domeniche) dalle 15.00 alle 18.30 alla Bastia del Castello di Torre. Ingresso intero 10 €, ridotto bambini fino ai 10 anni 2 €. Info:Info@ipapu.it334.7906658 dalle 15.00.

 

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

Crollo Ponte Morandi: morti Axelle, Melissa, Nathan e William, ventenni francesi diretti in Sardegna

Axelle Place, Melissa Artus-Bastit e Nathan Gusman, William Pouzadoux. Ci sono anche questi quattro ragazzi ...

Rispondi