Fantin – Fi – accoglienza: “Wi-fi e biglietti autobus ai clandestini, agli italiani sotto i ponti chi ci pensa?”.

Dopo la folle decisione di Honsell di regalare la rete wi-fi ai clandestini ora, secondo alcuni, i cittadini dovrebbero pagare loro addirittura i biglietti degli autobus.
A sentire queste notizie mi viene la pelle d’oca dal disgusto, soprattutto nel vedere un’amministrazione ed un sindaco che pensano a tutti tranne che ai propri cittadini.
Il sistema d’accoglienza regionale del quale tutta la sinistra si vanta, a partire dalla presidente Serracchiani, è famoso nel nostro Paese per essere uno dei peggiori.
Agli udinesi senza una dimora, che magari dormono in macchina e cercano di sfamarsi alla caritas, chi ci pensa? Non solo oggi stiamo mantenendo in regione centinaia di migranti, che ricordo essere fino a prova contraria tutti clandestini come ci suggeriscono i numeri del Ministero dell’Interno, ma ora addirittura diamo loro tutti i confort possibili ed immaginabili.
Honsell e le varie associazioni perbeniste pensino meno a fare i finti buonisti con i soldi versati, con tanta fatica, dai cittadini al comune e inizino a garantire servizi efficienti che a Udine non vedo da parecchi anni.
Magari scopriremo a breve che stiamo mantenendo anche qualche terrorista, vista la recente notizia dei tre terroristi fermi a Bari dei quali ne fu avvistato uno a Trieste.
Se l’amministrazione comunale tiene così tanto ai clandestini, a tal punto da infischiarsene degli udinesi, cambi mestiere: si dimettano e fondino un’associazione pagando di tasca propria i vizi di tutti i clandestini che vorranno!
Intanto Udine muore giorno dopo giorno, affossando nel degrado e nell’incuria più totale, a spese dei suoi abitanti.
E chissà, mi domando a questo punto, se l’ultima stangata del caro  parcheggi servirà per pagare qualche altro futuro confort.
Nicoló Fantin,
Coordinatore regionale Forza Italia Giovani Fvg