Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Fantin-FI: Iva al 4%, contributi, aumento tetto detraibile e sanità pubblica per i nostri amici a quattro zampe. Regione e Stato si attivino

Fantin-FI: Iva al 4%, contributi, aumento tetto detraibile e sanità pubblica per i nostri amici a quattro zampe. Regione e Stato si attivino

Più della metà delle famiglie italiane possiede un amico a quattro zampe nel nostro Paese. Non sono semplici amici di compagnia ma spesso veri e propri componenti del nucleo familiare ed ancore di salvezza per noi. Penso ad esempio alla pet therapy attraverso la quale soprattutto bambini ed anziani affetti da malattie vengono miracolosamente sostenuti durante il loro percorso.
La mia battaglia a favore degli amici a quattro zampe non è ovviamente da intendersi in contrapposizione alla necessità di investire più risorse umane e materiali in ricerca e sanità per noi umani. Le due cose devono andare di pari passo, senza che una escluda necessariamente l’altra dato che in regionale come nel Paese le risorse, se si volesse a partire dalla spending review che nessuno trova il coraggio di toccare, ci sono eccome.
Proprio per l’importante funzione che essi svolgono nelle nostre case, nei nostri ospedali, nelle case di riposo, negli asili, non possiamo accettare il fatto che curare e mantenere uno di loro sia troppo spesso un lusso che solo pochi possono permetterselo.
Lo stato e le regioni devono pertanto venire incontro ai proprietari per sanare questa inaccettabile ingiustizia.
Anche loro devono avere il diritto alle cure, come noi il diritto e dunque la possibilità di poterli curare. Quando parlo di soluzioni immagino una fiscalità di vantaggio, portando l’Iva al 4%, penso alla possibilità di aumentare il tetto detraibile in tasse, all’erogazione di contributi per i meno abbienti, e soprattutto alla creazione di un sistema veterinario pubblico di base al quale si possano rivolgere i cittadini che non hanno la possibilità di poter garantire al proprio amico le cure necessarie.
Avere un cane o un gatto nel 2016 non può essere un lusso per pochi, soprattutto per le fasce più deboli della società. Tengo a precisare che la mia non vuole essere una battaglia da “fanatico animalista”, quale non ritengo di essere, ma una semplice battaglia di civiltà non tanto solo per i nostri amici a quattro zampe ma anche per tutti coloro che ne possiedono uno: dal semplice vedovo che vede nel proprio cane il proprio bastone della vecchiaia, al bambino affetto da grave patologia che necessita di un vero amico che gli dia la forza di affrontare la malattia, a molto altro ancora.
Investire sulla sanità dei nostri amici a quattro zampe significa migliorare anche la nostra vita, senza dimenticare mai ovviamente la sanità pubblica per noi umani che in troppe parti del Paese è ancora terribilmente inefficiente.
Un appello che faccio in modo particolare alla giunta regionale, affinché ci si attivi al più presto in materia sulla base delle competenze regionali.
Nicoló Fantin,
Coordinatore regionale FI Giovani Friuli Venezia Giulia

 

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

CONCORDIA SAGITTARIA (VE) : INCENDIO AD UNA CASA , MUORE UNA DONNA , SALVE LE DUE FIGLIE

Alle 6.15 circa, di questa mattina , i Vigili del fuoco sono intervenuti in via ...

Rispondi