FRIULI VG

GELATIERI ARTIGIANI: «SODDISFAZIONE PER LA PRIMA LEGGE REGIONALE IN ITALIA CHE TUTELA IL GELATO DI QUALITÀ. ORA AL LAVORO PER IL DISCIPLINARE»

Il Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia ha approvato mercoledì 20 ottobre la legge di promozione e tutela del gelato di qualità Fvg. «È il risultato di un’idea e di un lavoro iniziato tre anni fa», sottolinea il capocategoria Gelatieri di Confartigianato Fvg, Giorgio Venudo. Sono 332 le imprese artigiane di settore in Fvg, con più di 1.300 addetti.

«Soddisfatti di vedere trasformato in legge regionale, la prima del genere in Italia, un input che, come categoria, avevamo lanciato circa tre anni fa. Ora auspichiamo che si possa giungere al più presto al disciplinare, che indicherà puntualmente i criteri per identificare un gelato di qualità. Vogliamo essere pronti per la prossima stagione di grande consumo, la primavera-estate».

Il capocategoria regionale dei Gelatieri di Confartigianato Fvg, Giorgio Venudo, commenta così la legge regionale per la promozione e la tutela del gelato artigianale di qualità Fvg che è stata approvata a maggioranza mercoledì 20 ottobre dal Consiglio regionale, prima firmataria la consigliera della Lega Maddalena Spagnolo.

«Abbiamo puntato a raggiungere questo traguardo – spiega Venudo – per potenziare la formazione di chi lavora nel nostro settore, cercando così di assicurare al consumatore finale interlocutori qualificati e non improvvisati, un prodotto genuino e realizzato con materie prime del territorio e a regola d’arte. Saper fare autonomamente il gelato, partendo dalla scelta delle materie prime – sottolinea il gelatiere –, è un patrimonio professionale importante, che consente anche di contenere i costi di produzione».

Per questo i gelatieri artigiani del Friuli Venezia Giulia apprezzano l’accento posto nell’articolato sulla formazione dei professionisti del settore e, in particolare, dei responsabili di produzione. Considerato «molto positivo», inoltre, il previsto coinvolgimento delle associazioni di categoria nella definizione di metodologie e processi di produzione, nella partecipazione al tavolo tecnico previsto nella disciplina dei corsi di formazione e nella predisposizione dei protocolli di verifica.

«È la prima norma per il gelato artigianale di qualità in Italia – prosegue Venudo -. Ci auguriamo di poter fare da apripista per analoghe iniziative in altre regioni, con l’idea di poter arrivare nel medio-lungo periodo ad avere un riconoscimento legislativo anche a livello nazionale».

In Friuli Venezia Giulia il settore, secondo rilevazioni di Confartigianato Fvg aggiornate a giugno 2021, comprende 332 imprese artigiane di gelateria e pasticceria (3 su 4 sono gelaterie) con 1.311 addetti e 796 dipendenti. Le sedi nell’Udinese sono 157, 106 quelle nel Pordenonese con 35 a Trieste e 34 nel Goriziano.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button