Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / GDF BOLOGNA: OPERAZIONE “TAX CRIME”, CONFISCATI BENI PER 12 MILIONI DI EURO

GDF BOLOGNA: OPERAZIONE “TAX CRIME”, CONFISCATI BENI PER 12 MILIONI DI EURO

I finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bologna, in esecuzione di un provvedimento emesso dall’Ufficio Misure di Prevenzione del Tribunale di Bologna, ha sequestrato e contestualmente sottoposto a confisca nei giorni scorsi beni immobili e mobili per oltre 3,6 milioni di euro nei confronti di un delinquente seriale – con all’attivo più di 90 condanne definitive a partire dai primi anni ‘60 del secolo scorso – C.L. classe 1946, di origini pugliesi e residente nella provincia di Ferrara, ma con interessi economici anche nel bolognese, nel ravennate e nel tarantino. Si tratta, in particolare, di una tenuta con annessa azienda agricola, luogo di dimora del proposto, e un cascinale in Argenta (FE) nonché le quote di partecipazione di quattro società con sede nel medesimo paese del ferrarese e in Casalecchio di Reno (BO). Il soggetto destinatario del provvedimento – tra l’altro già arrestato nell’anno 2015 unitamente alla moglie per fatti di bancarotta all’esito di un’indagine condotta dal Nucleo di Polizia Economico Finanziaria felsineo in cui furono accertate e contestate distrazioni patrimoniali per oltre 2,1 milioni di euro in danno di due società – in ragione del suo particolare “curriculum criminale”, che annovera numerosi reati contro il patrimonio (quali la bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale, l’omessa presentazione della dichiarazione, la ricettazione, la truffa, anche aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, il furto e l’estorsione) e contro la persona oltre a misure di carattere interdittivo, era stato “selezionato” per essere sottoposto al procedimento di prevenzione disciplinato dal cd. “Codice Antimafia” (D.Lgs. n.159/2011), in quanto ritenuto soggetto “socialmente e fiscalmente pericoloso”, ovvero persona abitualmente dedita a traffici delittuosi, da cui trae il proprio sostentamento, e che dispone di possidenze assolutamente incongruenti con il proprio profilo reddituale lecito (si pensi in merito che, dal 1979 a oggi, lo stesso risultava aver percepito – unitamente alla coniuge – solo 75mila euro di reddito). La sua individuazione è stata il frutto di una mirata analisi di rischio condotta dal Comando Provinciale di Bologna, denominata “TAX CRIME”,

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

Crollo Ponte Morandi: morti Axelle, Melissa, Nathan e William, ventenni francesi diretti in Sardegna

Axelle Place, Melissa Artus-Bastit e Nathan Gusman, William Pouzadoux. Ci sono anche questi quattro ragazzi ...

Rispondi