Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Eventi / LE GIORNATE DEL CINEMA MUTO: LA BRASILIANA DANIELLE CREPALDI CARVALHO E’ LA VINCITRICE DEL PREMIO FRIULADRIA-COLLEGIUM 2016

LE GIORNATE DEL CINEMA MUTO: LA BRASILIANA DANIELLE CREPALDI CARVALHO E’ LA VINCITRICE DEL PREMIO FRIULADRIA-COLLEGIUM 2016

Con il saggio “Blessed tears: the human soul unveiled in Les Misérables by Henri Fescourt (1925-26)”, incentrato su uno dei grandi eventi presentati lo scorso anno alle Giornate del Cinema Muto, la brasiliana Danielle Crepaldi Carvalho è la vincitrice del Premio FriulAdria-Collegium 2016. Massimo Ritella,responsabile della Direzione territoriale Friulveneta FriulAdria Crédit Agricole, consegna il premio lunedì 3 ottobre alle 20.30 sul palco del Teatro Verdi.
FriulAdria Crédit Agricole, partner del festival, ha deciso di abbracciare la filosofia del Collegium allo scopo di riaffermare il suo impegno nella formazione e nella valorizzazione dei giovani talenti e nel 2008 ha istituito il premio destinato all’autore del migliore fra i saggi scritti dai partecipanti al Collegium dell’anno precedente, allo stesso tempo rafforzando il legame di lunga data con le Giornate del Cinema Muto.
Il riconoscimento consiste in una targa di merito legata alla città di Pordenone e in un assegno che consentirà alla vincitrice, che al momento sta concludendo il post-dottorato sul tema della musica nel cinema muto presso l’Università di San Paolo, di implementare gli studi.
La cerimonia di premiazione precede la proiezione di Tempest di Sam Taylor, 1928, con John Barrymore. Per questo film il geniale scenografo William Camerom Menzies (a cui è dedicata la principale retrospettiva delle Giornate 2016) vinse l’Oscar nella prima edizione del premio.
Nato nel 1999, il Collegium è giunto quest’anno alla diciottesima edizione. I 24 giovani “collegians” (12 per l’anno in corso, 12 riconfermati dal 2015) provengono da tutto il mondo (Germania, Francia, Svizzera, Irlanda, Gran Bretagna, Polonia, Norvegia, ma anche Stati Uniti, Australia, Brasile e India) e arrivano a Pordenone per imparare oltre che per respirare il clima speciale del festival.
I temi di quest’anno, discussi ogni giorno a Palazzo Badini, spaziano da “Il restauro come trasformazione” (con particolare riferimento ai film restaurati presentati in questa edizione delle Giornate) a “Il cinema muto polacco: rivalutare una cinematografia nazionale”. Si tratta inoltre delle più recenti riscoperte, fra cuiNanà-Una donna funesta, L’onore riconquistato, la serie Who’s Guilty? e la partitura del 1924 di Mortimer Wilson per Il ladro di Bagdad; di cinema delle origini (i primi western, R.W. Paul, Emile Cohl); e dell’internazionalizzazione del genere delle sinfonie delle città. James Curtis, curatore della rassegna su William Cameron Menzies converserà con Pamela Lauesen, nipote di Menzies, sulla rivoluzione che egli apportò in campo scenografico. L’incontro supplementare di martedì 4 ottobre (ore 17) all’Auditorium della Regione, a cura di Jeroen de Mol (EYE Filmmuseum, Amsterdam) e David Pierce (Media History Digital Library),verterà sulle piattaforme digitali per gli archivi e i progetti di digitalizzazione on-line.

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

MONSELICE(PD) : Grave incidente in auto, bambina elitrasportata all’ospedale di Padova

Un grave  incidente è accaduto questa mattina a Monselice in località San Bortolo. Verso  le ...

Rispondi