Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / GORIZIA: UNA CLASS ACTION COMUNALE NEI CONFRONTI DI ENI. INCONCEPIBILI I TROPPI DISSERVIZI A CARICO DEI CITTADINI

GORIZIA: UNA CLASS ACTION COMUNALE NEI CONFRONTI DI ENI. INCONCEPIBILI I TROPPI DISSERVIZI A CARICO DEI CITTADINI

La mancanza di comunicazione ed informazione è iniziata all’inizio dell’estate nel momento in cui è avvenuto il passaggio di gestore tra Isogas ed ENI. Era quasi naturale che i primi giorni sarebbero stati delicati e caratterizzati da qualche mancanza, ma nessuno immaginava il caos che sarebbe successo nel giro di pochi mesi. Abbiamo ricevuto tantissime segnalazioni negative su problematiche di diversa natura ed il comune denominatore è stato sempre uno: le forniture erogate di gas ed elettricità non sono ancora in grado di offrire un servizio chiaro, veloce e trasparente a seguito del passaggio del fornitore.

Questo l’argomentare del capogruppo e del consigliere comunale della lista Civica “Per Gorizia”, Fabrizio Oreti e Celestino Turco.

Così, come giustamente hanno sottolineato gli organi di informazione, in pochi mesi è accaduto di tutto: dalle difficoltà nel contattare il servizio clienti, dove praticamente non risponde mai nessuno, alle bollette poco comprensibili.

C’è abbastanza carne al fuoco per dire basta – sottolinea Oreti – Finora tanti cittadini ci hanno rimesso del tempo e tanta pazienza ed hanno perso fiducia in merito ai costi da versare, da considerare poi che a Gorizia il 55% della popolazione ha superato i 65 anni e, pertanto, tanti cittadini non hanno dimestichezza con tutto il complicato modus operandi che è stato messo in campo nel passaggio tra Isogas ed ENI, non è accettabile lasciarli per ore ed ore allo sportello informazioni per quesiti che si potrebbero risolvere al telefono.

Per tutta questa serie di motivi preme verificare la fattibilità di attivare una “class action comunale” nei confronti di ENI per pretendere che finalmente il servizio sia chiaro e trasparente, ma soprattutto che cessino i disservizi sorti finora, non ultimo che il call center inizi finalmente a rispondere ai cittadini. Pertanto – Termina Turco – la nostra richiesta nel prossimo consiglio comunale andrà in questa direzione perché i cittadini hanno perso la pazienza ed è corretto tutelarli rappresentando il loro senso di disagio.

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

ROVIGO : GDF SCOPRE UNA EVASIONE FISCALE MILIONARIA SUI RICAMBI DELLE AUTO D’EPOCA E DA RALLY

Gli uomini del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Rovigo, coordinati dalla Procura della Repubblica ...

Un commento

  1. Finalmente qualcuno si è mosso contro quei furboni dell’eni!! Anche io ho avuto delle brutte esperienze con loro, infatti poi li ho lasciati per passare ad edison, speriamo di risparmiare qualcosa!!!

Rispondi