Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / GORIZIA: DENUNCIATI DALLA GUARDIA DI FINANZA DUE SOGGETTI PER VIOLAZIONE DEL DIRITTO D’AUTORE PER USO ILLECITO DI UN RINOMATO SOFTWARE

GORIZIA: DENUNCIATI DALLA GUARDIA DI FINANZA DUE SOGGETTI PER VIOLAZIONE DEL DIRITTO D’AUTORE PER USO ILLECITO DI UN RINOMATO SOFTWARE

I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Gorizia, nell’ambito dell’operazione “UNDERLI©ENSING 2” condotta su scala nazionale dal Nucleo Speciale Proprietà Intellettuale di Roma, hanno eseguito un accesso presso uno studio di progettazione, con luogo d’esercizio in provincia di Gorizia, al fine di verificare la corretta applicazione della normativa in materia di tutela del diritto d’autore.

La disamina dei personal computer aziendali, impiegati per la realizzazione di progetti di ingegneria e architettura, ha consentito di accertare l’istallazione e l’utilizzo, di un sofisticato e rinomato software sprovvisto della relativa licenza, conseguentemente, sottoposto a sequestro probatorio d’iniziativa ex art. 354 c.p.p.(personal computer con il programma “pirata”, del valore commerciale di € 6.710).

Inoltre, le fiamme gialle goriziane, hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria di Gorizia i due amministratori dello studio professionale per il reato di duplicazione di programmi per elaboratore previsto dall’art. 171 bis della Legge 633/41 (Protezione del diritto d’autore) che prevede la reclusione da 6 mesi a 3 anni e la multa da € 2.582 ad € 15.493 per chi abusivamente duplica, per trarne profitto, programmi a scopo imprenditoriale.

Attesa la mancata adozione di modelli di organizzazione, gestione e controllo, idonei ai sensi dell’art. 6 Legge 231/2001, è stata inoltre denunciata, per la conseguente responsabilità amministrativa degli Enti, anche la società di progettazione, ai sensi dell’art. 25 novies D.Lgs. 231/2001, che prevede, in relazione alla commissione dei delitti in materia di violazione del diritto d’autore, l’irrogazione di una sanzione pecuniaria fino a 500 quote.

Il Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Gorizia, dott.sa Valentina Bossi, ha convalidato il sequestro eseguito dai finanzieri isontini, consentendo anche la contestazione della violazione amministrativa prevista dall’art. 174 bis della Legge 633/1941, che prevede sanzioni per un ammontare di € 13.420 (pari al doppio del valore di mercato del software illecitamente utilizzato) che potranno essere definite in misura ridotta con il pagamento, entro 60 giorni, di € 4.473.

L’intervento svolto dalla Guardia di Finanza di Gorizia si prefigge lo scopo di tutelare il diritto d’autore dalle condotte di illecito sfruttamento ed è anche a tutela degli operatori onesti che utilizzano regolarmente i prodotti assistiti dalla licenza d’uso.

 

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

CAVARZERE (VE ) : LITE AL BAR , IN PREDA AI FUMI DELL’ ALCOL UN 58 ENNE ACCUSATO DI OMICIDIO DI UN ANZIANO 72 ENNE.

Un uomo di 58 anni è stato denunciato dai carabinieri con l’accusa di omicidio preterintenzionale ...

Rispondi