Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / GORIZIA: le fiamme gialle isontine al contrasto dell’economia sommersa, del “lavoro nero” e del contrasto al traffico di sostanze stupefacenti

GORIZIA: le fiamme gialle isontine al contrasto dell’economia sommersa, del “lavoro nero” e del contrasto al traffico di sostanze stupefacenti

Prosegue l’incessante attività dei Finanzieri del Comando Provinciale di Gorizia a contrasto dell’economia illegale e dello sfruttamento di manodopera irregolare.

Nei primi quattro mesi dell’anno, le Fiamme Gialle della Compagnia di Monfalcone hanno proseguito nell’attuazione di mirati dispositivi di controllo economico del territorio su tutto il mandamento monfalconese finalizzati al contrasto all’economia illegale e sommersa, nonché alla prevenzione ed emersione degli eventuali illeciti tributari perpetrati dai diversi soggetti economici – senza distinzione alcuna – insistenti sul territorio.

Nel corso del meccanismo di monitoraggio e prevenzione posto in essere in materia di c.d.

“controlli strumentali”, i Finanzieri hanno focalizzato l’attenzione sul commercio sia di carattere ambulante che in forma fissa: le accertate “dimenticanze” di emissione di documento fiscale a fronte di corrispettivo versato sono state pari a 65 su di una base di 400 controlli, effettuati nei confronti di una variegata platea di contribuenti sia nazionali che extracomunitari.

Nel periodo di riferimento, sono state altresì avanzate alla locale Agenzia delle Entrate – e tuttora in corso di esecuzione – n.5 proposte di adozione di misura sanzionatoria accessoria di chiusura temporanea dell’esercizio a fronte di reiterate violazioni di mancata emissione di documento fiscale nel quinquennio nei confronti di altrettanti soggetti economici operanti nei settori della ristorazione e del commercio al dettaglio di abbigliamento e bigiotteria, sia in forma fissa che ambulante nei mercati rionali del mandamento.

Inoltre, a fronte dei controlli esperiti in materia di sommerso di lavoro nei confronti di soggetti economici operanti nei settori della ristorazione e della carpenteria manifatturiera, le Fiamme Gialle hanno individuato complessivamente n.15 lavoratori “in nero”, cioè risultati essere completamente sconosciuti alla Pubblica Amministrazione: i rispettivi datori di lavoro sono stati quindi segnalati alla

Direzione Provinciale del Lavoro di Gorizia per l’adozione della cosiddetta “maxisanzione” di cui al D.L. 12/2002, per un totale di oltre 57.000 Euro, nonché dell’eventuale provvedimento di chiusura temporanea dell’esercizio.

In materia di attività ispettive nel settore immobiliare del mandamento, le Fiamme Gialle hanno intrapreso n.09 controlli nei confronti di altrettanti soggetti percettori di redditi da fabbricati, i quali – dagli opportuni approfondimenti effettuati – sono risultati aver “omesso” l’indicazione in dichiarazione delle somme inerenti ai canoni di locazione percepiti, per un totale complessivo di quasi 100 mila Euro di base imponibile sottratta a tassazione.

Infine, l’azione di vigilanza del Corpo nel settore del contrasto al traffico di sostanza stupefacenti e psicotrope ha previsto l’assidua presenza dei Finanzieri nei luoghi di aggregazione giovanile più a “rischio” del territorio, quali giardini pubblici e piazze, ed in particolar modo nelle aree adiacenti ad istituti scolastici, ove – da 10 distinte attività su di un totale di oltre 70 controlli effettuati – sono stati individuati e sottoposti a controllo 14 soggetti tra giovani e giovanissimi (sia di sesso maschile che femminile) ritrovati in possesso di modici quantitativi di sostanze stupefacenti, volti all’utilizzo personale, abilmente occultati nell’abbigliamento personale, per un totale complessivo pari a circa

27 grammi tra “marijuana” ed “hashish”. Lo stupefacente rinvenuto è stato posto sotto sequestro amministrativo, volto alla successiva distruzione, mentre i giovani sono stati segnalati all’Autorità Prefettizia ai sensi dell’art. 75 del Testo Unico sugli stupefacenti D.P.R. 309/1990 in qualità di consumatori.

Le diverse attività di servizio si inquadrano in un più ampio e costante dispositivo di prevenzione posto in essere dal Comando Provinciale di Gorizia a tutela della cittadinanza, della concorrenza e del libero mercato, a garanzia di tutti i soggetti economici virtuosi che giorno dopo giorno operano nel territorio isontino nel pieno rispetto delle norme e della legalità.

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

ABANO TERME :I CARABINIERI ARRESTANO ALTRI DUE ALBANESI STRONCANDO UN TRAFFICO DI COCAINA PURA ALL’85% GESTITO DA UN’ASSOCIAZIONE A DELINQUERE COMPOSTA DA 6 PERSONE .

Salgono a 6 persone , con i 2 effettuati nella mattinata odierna, gli  arrestati  dai ...

Rispondi