Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / GORIZIA: TROPPE DOMANDE INEVASE NELLA COMMISSIONE SANITA’

GORIZIA: TROPPE DOMANDE INEVASE NELLA COMMISSIONE SANITA’

Anche stavolta la Governatrice Serracchiani è riuscita ad evitare Gorizia proprio quando la sua presenza sembrava cosa fatta. Partecipare a “porta a porta” su rai uno per lei è stato sicuramente più importante che parlare di salute pubblica a Gorizia.

Riguardo al confronto in aula durante i lavori della commissione sanità, mi sarei aspettato tante risposte visto i tanti quesiti posti all’assessore regionale Telesca ma ancora una volta, così come era già accaduto per il punto nascita, sono venute meno tante spiegazioni utili e, per l’ennesima volta, ci è stata raccontata la favola di come è bella e buona questa infelice riforma regionale.

A sottolinearlo è il capogruppo e consigliere comunale della lista civica “Per Gorizia”, Fabrizio Oreti.

Conoscendo il modus operandi regionale, per evitare divagazioni ho posto domande chiuse (secche e mirate) a cui non si poteva tergiversare, ma nonostante ciò ho trovato imbarazzante il non aver alcuna risposta a nessuna domanda!

Nessuna risposta in merito a: costi e servizi relativi al passaggio dei malati SLA e vegetativi da Villa San Giusto all’Ospedale di Gorizia; alla delibera apparsa sul sito dell’azienda sanitaria in merito alla chiusura della guardia medica notturna; alla possibilità di confronto con associazioni accreditate sul territorio come Il Nido Delle Cicogne a cui partecipa Maria Teresa Braidot per far nascere bimbi all’ospedale di Gorizia in attesa della casa del parto transfrontaliera.

Le uniche certezze – sottolinea Oreti – sono venute solo dai ridimensionamenti, vale a dire, nessun passo indietro nel trasferimento dei malati di SLA e vegetativi da Villa San Giusto all’Ospedale San Giovanni di Dio e la conferma che i circa 4092 bambini di Gorizia non avranno la copertura del servizio pediatrico nelle 24 ore.

Un incontro surreale che ha lasciato irrisolti i tanti, troppi, dubbi riguardo alla funzionalità della riforma sanitaria regionale sul territorio, a testimonianza delle troppe lacune ancora presenti. La prossima commissione sanità – Termina Oreti – la proporrò sicuramente a porta a porta così saremo sicuri di poterci finalmente confrontare anche con la Presidente Serracchiani ed avere risposte precise sul futuro della nostra sanità.

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

PIOMBINO DESE (PD) : RUBA UN PORTAFOGLI IN AGOSTO CON € 2.000, CARABINIERI LO DENUNCIANO IN STATO DI LIBERTA’

I CARABINIERI DI PIOMBINO DESE HANNO DEFERITO IN STATO DI LIBERTA’ L.G. 48ENNE DELLA PROVINCIA ...

Rispondi