La Grande Guerra in Veneto e in Friuli

Dall’inizio di novembre 1917 al novembre del 1918 la popolazione civile nel Friuli e Veneto orientale, fino al Piave, venne sottoposta a una dura occupazione militare da parte delle truppe austro-ungariche e germaniche. Un’occupazione intrisa di violenza e di spietato sfruttamento di tutte le risorse disponibili sul territorio; ma anche intessuta di reciproca comprensione e di aiuto fra un esercito logoro e sull’orlo del crollo e una popolazione inerme, formata quasi esclusivamente da donne, bambini e anziani, perlopiù contadini.

In quest’opera, divisa in due volumi, la restituzione storica di quei tragici eventi, fondata su fonti di prima mano, provenienti sia dalla parte degli occupanti sia da quella della popolazione civile invasa, è scandita da un’eccezionale documentazione fotografica d’archivio.

Gustavo Corni, insegna Storia contemporanea all’Università di Trento. Ha scritto volumi sulla storia comparata delle dittature del Novecento, sulla storia dei due conflitti mondiali e sulla Germania del Novecento. Tra le sue pubblicazioni più recenti segnaliamo Breve storia del nazismo: 1920-1945 (Il Mulino, 2015), Raccontare la guerra: la memoria organizzata (Bruno Mondadori, 2012) e Fascismo. Condanne e revisioni (Salerno, 2011). Con E. Fimiani ha curato nel 2014 Il dizionario della Grande Guerra (Textus Edizioni).

  unnamed(1) unnamed