Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Eventi / Un itinerario dedicato al Mare al centro della FAIMARATHON 2015 a Trieste

Un itinerario dedicato al Mare al centro della FAIMARATHON 2015 a Trieste

Oltre 3.500 volontari, 130 città, 500 luoghi: questi i numeri della quarta edizione di “FAIMARATHON. Una Giornata FAI d’autunno alla scoperta di un’Italia diversa”, evento nazionale in programma domenica 18 ottobre curato, per la prima volta, dai volontari dei Gruppi FAI Giovani e realizzato grazie alla partnership con Il Gioco del Lotto, a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia”, attiva nel mese di ottobre.
Una passeggiata culturale nell’Italia più bella, emozionante, imprevedibile, attraverso percorsi tematici e visite guidate a contributo libero. La FAImarathon permetterà di vivere una giornata da “turisti a casa nostra”, alla scoperta degli innumerevoli e preziosi luoghi di interesse artistico, paesaggistico e sociale che rappresentano l’identità, la storia e le tradizioni delle nostre città.
LA FAIMARATHON A TRIESTE – ITINERARIO “TRIESTE E IL MARE”
Domenica 18 ottobre la FAIMARATHON toccherà anche Trieste, dove il Gruppo FAI Giovani del Friuli Venezia Giulia, proporrà un itinerario dedicato a “Trieste e il mare”. Una passeggiata libera – senza punti di partenza o arrivo, da farsi per intero o solo in parte, da soli o in compagnia.
«…il mare a Trieste è un lato della stanza, ti alzi al mattino e sai dov’è, stai dove stai e sai che c’è. Questo solo per dire che qui il mare viene percepito diversamente dalle altre grandi città costiere, Napoli, Palermo, Genova hanno un mare meno prossimo, meno accessibile: appena fuori, s’incontrano splendide località litoranee, ma c’è meno confidenza tra la vita quotidiana della gente e la vita quotidiana de mare...».
Scrive così Mauro Covacich nel suo libro “Trieste sottosopra”. Ed è proprio ispirati da queste parole che – dopo aver esplorato nelle scorse edizioni i quartieri di Cavana e del Teresiano, dopo essere andati alla scoperta della Trieste degli anni ’30 e la Trieste dei commerci – quest’anno si darà spazio all’elemento che caratterizza maggiormente la città: il Mare. Trieste non è una città sul mare, ma una città di  mare. Ricchezza e bellezza della città vengono per lo più dal mare. Ecco dunque che i partecipanti durante la passeggiata potranno scoprire luoghi ed edifici di quello che era il porto più importarte dell’impero Asburgico, la Trieste dei “bagni”, le tracce rimaste di attività che testimoniano quanto la storia e lo sviluppo economico-commerciale della citttà siano collegati al mare, e ancora luoghi adibiti ad attività legate alla pesca, come l’Ex Pescheria, oggi diventati contenitori di Cultura.
L’itinerario comprende, oltre alla segnalazioni di alcuni luoghi significativi che saranno descritti da una scheda storica a disposizione dei partecipanti, anche tre beni aperti straordinariamente dove i giovani volontari del FAI organizzeranno delle visite guidate a contributo libero. I beni aperti saranno:
  • la SOTTOSTAZIONE ELETTRICA dalle ore 10 alle ore 17 (ultimo ingresso ore 16.30), grazie al supporto dell’Autorità Portuale di Trieste. La FAImarathon sarà una domenica di festa che permetterà agli italiani di riappropriarsi del loro patrimonio artistico e culturale. E come in ogni festa anche durante la FAImarathon non mancheranno le sorprese. Alle ore 17.00, infatti, alla Sottostazione Elettrica verrà offerto un concerto delle giovani arpiste Elisa Manzutto e Katarina Jazbec che proporranno un repertorio di brani per arpa tratti dalla tradizione celtico irlandese (Brian Boru, Carrickfergus, Eleanor Plunkett, The Butterfly, Eily Gheal, Song of the chanter, Carolan’s air);
  • il MUSEO DEL MARE dalle ore 10 alle ore 17 (ultimo ingresso ore 16.30) con partenza visite ogni 30 minuti circa. Per l’occasione grazie alla collaborazione con il Comune di Trieste – Civici Musei Scientifici sarà possibile accedervi gratuitamente. Inoltre qui si svolgeranno alcuni laboratori per grandi e piccini per imparare alcuni nodi marinari che possono essere utilizzati anche nella vita di tutti i giorni. I “maestri”? Uomini e donne che con il mare hanno un rapporto speciale tra i quali Andrea Micalli, Gianni Cossi, Segretario dello Yacht Club Adriaco e Giovanna Micol, atleta portacolori del Circolo Canottieri Aniene, che tra i tanti successi vanta due partecipazioni alle Olimpiadi (Pechino 2008 e Londra 2012);
  • solo per i Soci FAI, l’URSUS dalle ore 10 alle ore 18 (ultimo ingresso ore 17.30), resa possibile grazie alla Guardia Costiera Ausiliaria di Trieste, che supporterà i volontari anche nelle visite guidate. L’accesso al bene avverrà dal Molo IV. All’ingresso sarà richiesta l’esibizione della tessera FAI.
Nel resto dell’itinerario i partecipanti troveranno informazioni su: Lanterna (Molo Fratelli Bandiera 3), Faro della Vittoria, (Strada del Friuli 141), Ex Pescheria, oggi Salone degli Incanti (Riva Nazario Sauro 1), Ex idroscalo, oggi sede della Guardia Costiera (Piazza Duca degli Abruzzi 4), Molo Audace, “El Pedocin” (Molo Fratelli Bandiera 3).
ISCRIVITI AL FAI PER VIVERE DA PROTAGONISTA LA FAIMARATHON
La FAImarathon sarà aperta a tutti, ma un trattamento di favore verrà riservato agli iscritti FAI e a chi si iscriverà durante l’evento. La tessera FAI permetterà inoltre di approfittare delle corsie preferenziali per accedere agli altri due beni. Per coloro che volessero iscriversi sarà possibile farlo anche in loco nei banchetti che verranno allestiti presso i luoghi aperti. Iscriversi al FAI è un gesto civile che fa bene all’Italia e al tempo stesso un beneficio per se stessi. E conviene ancora di più a ottobre: domenica 18 in piazza, e durante tutto il mese online, ai nuovi iscritti sarà offerta l’iscrizione a una speciale quota di benvenuto: 29 €.
CURIOSITA’
Quest’anno per la promozione della Faimarathon l’agenzia McCann Worldgroup ha ideato “Open Doorbells – I citofoni raccontano”, un divertente video che verrà viralizzato su web: una sorta di candid camera che registra le reazioni spontanee dei passanti, sorpresi e incuriositi, quando alcuni citofoni di edifici storici iniziano a raccontare le storie di chi li ha abitati.
INFORMAZIONI
Info e itinerari di tutte le città coinvolte consultare il sito del FAI: www.faimarathon.it

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

Crollo Ponte Morandi: morti Axelle, Melissa, Nathan e William, ventenni francesi diretti in Sardegna

Axelle Place, Melissa Artus-Bastit e Nathan Gusman, William Pouzadoux. Ci sono anche questi quattro ragazzi ...

Rispondi