Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / JESOLO – 130 METRI DI STREET ART ALL’OSPEDALE

JESOLO – 130 METRI DI STREET ART ALL’OSPEDALE

foto 2gf 300x224 JESOLO   130 METRI DI STREET ART ALL’OSPEDALE Si è conclusa oggi, con una dedica speciale, la dipintura di una parte del muro di cinta all’ospedale di Jesolo.  Nell’ambito dell’evento “Paint my Hospital”, nato su iniziativa dell’Ulss10 in collaborazione col Comune di Jesolo, i writers che hanno partecipato al progetto hanno voluto lasciare un messaggio indelebile: “..Ciao Anna” in memoria di Anna Dalla Mora scomparsa la scorsa settimana, all’età  di otto anni, in seguito a un incidente stradale.

L’evento, curato dall’associazione Treviso Comic Book Festival, si è articolato in tre giorni di attività che hanno coinvolto i bambini ma che sono stai caratterizzati in particolare da un’opera di street art destinata a diventare un modello in Italia: la decorazione di 130 metri di recinzione dell’ospedale che si affaccia in via Levantina.

Gli autori sono 13 writers di fama internazionale, come Cento Canesio, Capo e Joys, quest’ultimo padovano che ha esposto i propri lavori in sedi museali come l’Amstelkring di Amsterdam e partecipato al progetto “Frontier” di Bologna per la decorazione di grandi palazzi.foto 2344 300x224 JESOLO   130 METRI DI STREET ART ALL’OSPEDALE

Ciascuno di loro ha personalizzato circa una decina di metri di recinzione componendo così un’opera collettiva caratterizzata da un filo conduttore: i personaggi di un cartone animato che negli anni ’80 e ’90 illustrava ai più piccoli com’è fatto il corpo umano.

muro 205x300 JESOLO   130 METRI DI STREET ART ALL’OSPEDALE

“E’ una gran bella opera: bravi ragazzi e bravo il Comune di Jesolo che ci ha aiutato a realizzare questo progetto  – spiega il direttore generale dell’Ulss10, Carlo Bramezza – . Dopo un ventennio dall’ultima dipintura, il muro dell’ospedale è stato lavato ed ora è un’opera d’arte che ben si adatta al contesto turistico jesolano. Infatti già la decorazione ha provocato l’interesse e l’entusiasmo di  turisti e residenti. Il nuovo muro di cinta e all’avvio di una serie di nuove attività, anche festive, per turisti e residenti, rappresentano il rilancio di questa struttura che avrà una vocazione riabilitativa”.

Articolo di Redazione Venezia

Leggi anche...

Carceri(PD): Lama sporge da camion e taglia un’auto come formaggino. Salva l’automobilista.

Una staffa  che doveva restare agganciata al camion, invece si è staccata trasformandosi in una ...

Rispondi