Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / JESOLO – GUINZAGLIO E MUSERUOLA PER I CANI IN SPIAGGIA

JESOLO – GUINZAGLIO E MUSERUOLA PER I CANI IN SPIAGGIA

Il libero accesso degli animali da compagnia alle spiagge di Jesolo, con guinzaglio e museruola, sarà consentito solamente nei tratti liberi dell’arenile demaniale.

Il comune litoraneo ha infatti prontamente recepito la legge regionale numero 17 che riguarda la  “Tutela degli animali d’affezione e prevenzione del randagismo”, e ne determina l’accesso in attesa di direttive da parte degli organi regionali.

Infatti, in base alla disciplina vigente e all’adeguamento al piano particolareggiato dell’arenile, attraverso l’approvazione dei piani di settore, gli animali a quattro zampe potranno accompagnare il proprio padrone in alcune aree libere specifiche dell’arenile jesolano.

I cani potranno quindi accedere alle  spiagge, purché non siano date in concessione a terzi o che non siano regolarmente occupate per un uso specifico.

Accesso libero accesso, dunque, alla camminata di cemento che ad oggi collega il Faro alla Pineta, così come agli attraversamenti che portano verso il mare, ma solo per raggiungere la battigia, dove sarà consentito il transito ma non la sosta.

Inoltre per quanto riguarda le aree libere, e quindi non date in concessione, ad oggi nel piano particolareggiato dell’arenile sono individuati i settori numero 1 e numero 30.

E’ da ricordare che da un paio di anni a Jesolo è stata realizzata una spiaggia dedicata agli amici a quattro zampe, la Bau Bau Beach, con uno specchio d’acqua riservato dove è consentito ai padroni di fare il bagno insieme al proprio “fido amico”. La concessione mette a disposizione circa 60 piazzole e a pieno regime può ospitare circa 150 persone.

Tuttavia, ad oggi l’accesso a tutte le aree pubbliche e di uso pubblico compresi giardini e parchi prescrive l’uso del guinzaglio e della museruola per evitare situazioni pericolose soprattutto nei confronti di bambini.

Inoltre, i proprietari dovranno munirsi di palette e sacchetti per la regolare raccolta delle deiezioni, come avviene sui marciapiedi, e dovranno provvedere all’idratazione dell’animale. Nelle aree specificamente attrezzate, come nel caso del Parco Pegaso, gli animali potranno invece correre, giocare e muoversi liberamente, senza guinzaglio e senza museruola, a condizione che l’area sia recintata in modo tale da non consentire la fuga degli animali. In caso contrario, anche nelle aree attrezzate è prescritto l’uso del guinzaglio e della museruola secondo le vigenti disposizioni. “La legge lascia un ampio margine di discrezionalità, quindi data la novità e l’assenza di comunicazioni ufficiali da parte della Regione, potranno subentrare nuove  revisioni – commenta l’assessore alla sicurezza Luigi Rizzo  -”.

Inoltre, il prossimo 25 luglio, i Sindaci della Costa si riuniranno per affrontare come di consueto le diverse tematiche che riguardano da vicino le attività dei comuni litoranei: all’ordine del giorno c’è anche la legge regionale numero 17 e, nello specifico, la determinazione dell’accesso alle spiagge degli animali d’affezione per cercare di uniformare la regolamentazione.

Articolo di Redazione Venezia

Leggi anche...

ABANO TERME (PD) : VISITA DELL’ASSESSORE DE BERTI AL CENTRO CONTROLLO AL TRAFFICO E ASSISTENZA AL VOLO AERONAUTICO

L’Assessore regionale ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti Elisa De Berti ha fatto visita oggi ...

Rispondi