Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / LATISANA – A 50 ANNI DALL’ ALLUVIONE, POPOLAZIONE A RISCHIO INONDAZIONE

LATISANA – A 50 ANNI DALL’ ALLUVIONE, POPOLAZIONE A RISCHIO INONDAZIONE

A 50 anni dall’ alluvione e a 15 dalla approvazione del piano stralcio, nonostante i finanziamenti, non è stato attuato alcun un progetto per la messa in sicurezza del Tagliamento. Ha del paradosso quanto è accaduto fino ad ora. Anche quando infatti vi sono dei finanziamenti, non si arriva al dunque. La svolta arriva con il Comune di Latisana, che con la vicina amministrazione di San Michele al Tagliamento, ha trovato le procedure di emergenza del Governo centrale.”Precisiamo, – ribadiscono il Sindaco di San Michele Pasqualino Codognotto e il Vicesindaco di Latisana Angelo Valvason – che il nostro intervento a Roma è conseguente ad una richiesta di audizione congiunta  alla “Struttura di missione contro il rischio idrogeologico” appositamente creata da Premier Renzi proprio per sbloccare le situazioni di stallo come la nostra, che paradossalmente vede un finanziamento di 41 milioni di euro disponibili da 20 anni  in attesa di una soluzione politica in quanto quella tecnica è già stata data più di quarant’anni fa, su preciso mandato votato all’unanimità dai due Consigli Comunali”. Dalla Struttura di missione è stato così sottolineato il fatto che dal punto di vista tecnico tutte gli studi effettuati hanno sempre evidenziato la necessità di un intervento contestuale con opere di trattenuta a monte e con interventi di manutenzione, rinforzo arginale e ricalibratura del Cavrato a valle. Le sole opere ad oggi eseguite, seppur di rilevante importanza, diaframmatura degli argini e sopra elevazione del ponte ferroviario, riguardano solo il basso corso del fiume, ed in particolare il territorio di Ronchis e Latisana. Nonostante ciò la sicurezza della popolazione e del territorio sono in pericolo. “Il Comune di Latisana, pur riconoscendo la necessità tecnica di eseguire le opere a monte – precisa Valvason –  è sempre rimasto aperto al dialogo con i comuni interessati tanto che nel 2010, ha accettato la proposta della regione FVG di formare una commissione denominata “Laboratorio Tagliamento” con il compito di approfondire la soluzione delle casse di espansione contenuta nel piano stralcio, che come detto e’ Legge dello Stato”. A breve è previsto un ulteriore incontro a Roma, che di fatto dovrebbe sbloccare l’ iter che da decenni è fermo.

Articolo di Redazione Venezia

Leggi anche...

PADOVA : Perde il controllo dell’automobile e si schianta sul fossato, ferito l’automobilista

Potrebbe essere stata la sede stradale ghiacciata a provocare un grave incidente questa notte in ...

Rispondi