Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Eventi / LEGALITÀ, SAN DONÀ CONTRO LA CORRUZIONE

LEGALITÀ, SAN DONÀ CONTRO LA CORRUZIONE

Due importanti per la legalità nell’arco di pochi giorni. Al via l’aggiornamento, in forma partecipata, del Piano di prevenzione della corruzione e del Programma per la trasparenza e integrità, entrambi per il triennio 2016-2018, con la possibilità per i cittadini di formulare osservazioni entro il 22 gennaio. Mentre il 5 febbraio al Centro culturale intervento di Pierpaolo Romani, coordinatore nazionale di Avviso Pubblico, la rete degli enti locali contro le mafie, di cui referente regionale è il sindaco di San Donà di Piave Andrea Cereser.

L’aggiornamento del Piano di contrasto alla corruzione verrà curato dal responsabile per la prevenzione della corruzione, il segretario generale Luigi Iacono. «Di nuovo l’ottemperanza di un obbligo di legge, quale è l’aggiornamento del piano anticorruzione, è occasione di coinvolgimento della città – spiega Iacono – I cittadini, sia come singoli sia come organizzazioni portatrici di interessi collettivi, possono far sentire la propria voce su temi importanti e delicati quali il contrasto alla corruzione e la trasparenza, suggerendo osservazioni nella maniera più semplice e immediata». Il contributo propositivo di cittadini e associazioni può essere trasmesso anche avvalendosi dell’apposito modulo pubblicato sul sito del Comune di San Donà di Piave. Va trasmesso entro il 22 gennaio all’email responsabileprevenzionecorruzione@sandonadipiave.net (riportando nell’oggetto la seguente dizione: Piano triennale di Prevenzione della corruzione e Programma triennale della trasparenza e  integrità 2016-2018 – proposte e/o osservazioni), inviandolo per posta al Responsabile Anticorruzione del Comune di San Donà di Piave, Piazza Indipendenza, n. 13, 30027 San Donà di Piave o consegnandolo alla portineria del Municipio. Il piano focalizza la propria attenzione su tutti quegli aspetti dell’attività amministrativa che possano presentare concreto rischio di corruzione.

Il 5 febbraio al Centro culturale, invece, Romani presenterà la Carta di Avviso Pubblico, codice etico di comportamento elaborato da un gruppo di esperti e amministratori locali. Composta da ventitré articoli, la Carta indica come un amministratore pubblico può declinare nella propria attività quotidiana, attraverso una serie di impegni, i principi di trasparenza, imparzialità, disciplina e onore previsti dalla Costituzione. «Invito anche i sindaci degli altri Comuni del Veneto Orientale a questo importante appuntamento in quanto mai come sulla legalità l’unione fa la forza – così il sindaco Andrea Cereser – Dalla confisca di beni alle mafie in numerosi comuni del Veneto Orientale alle inchieste della magistratura, sono infatti forti i segni delle infiltrazioni della criminalità organizzata sul territorio. E sappiamo bene quanto gli amministratori locali debbano tenere alta l’attenzione su questo tema».

Articolo di Roberto Mattiussi

Passione per il giornalismo, Webmaster, esperto Seo & On Line Marketing. Precedentemente anche Dj, Tecnico-Informatico , Regista in diverse Radio. Laurea nel 2004. Tutte le sere conduce il Telegiornale del FVG su Cafè24. Orari Tg: 19:20, 21:00, 00:05, 07:20. Tutte le mattine in onda su Radio Fantasy con la rassegna stampa alle 06:00, 06:30, 07:00, 07:30, 08:30.

Leggi anche...

ABANO TERME :I CARABINIERI ARRESTANO ALTRI DUE ALBANESI STRONCANDO UN TRAFFICO DI COCAINA PURA ALL’85% GESTITO DA UN’ASSOCIAZIONE A DELINQUERE COMPOSTA DA 6 PERSONE .

Salgono a 6 persone , con i 2 effettuati nella mattinata odierna, gli  arrestati  dai ...

Rispondi