LIGNANO, OLTRE 2 MILIONI DI EURO PER IL DEPURATORE

LIGNANOAmmontano a oltre 2 milioni di euro i prossimi lavori che riguardano, da qui al 2018, un terzo lotto esecutivo di lavori nel depuratore di via Lovato a Lignano ed altre puntuali interventi nell’ambito della fognatura: in particolare verranno effettuati i nuovi interventi programmati dall’Amministrazione Comunale sul Lungomare Viale Trieste dove dovranno essere rifatte le fognature e le reti. Oltre ai 2 milioni di euro per l’impianto verranno eseguiti i lavori di manutenzione straordinaria e ordinaria nelle reti acquedottistiche e fognarie. Intanto la città balneare di Lignano si appresta ad affrontare la stagione estiva con tutte le principali opere sistemate, grazie all’intensa attività condotta negli ultimi due anni da CAFC, in accordo con l’amministrazione comunale, per rinnovare le reti e risolvere alcune criticità. 1 milione 850 mila euro la spesa di CAFC fra il 2015 e il 2016 per innovare Lignano. Le rese depurative saranno raggiunte e garantite anche quest’anno. Nell’incontro fra il Presidente CAFC Eddi Gomboso e il sindaco del Comune di Lignano Sabbiadoro, Luca Fanotto, sono stati illustrati i lavori di restyling delle reti fognarie che ammontano a circa 650 mila euro. E’ stato rinnovato anche l’impianto di depurazione di via Lovato – su cui sono state eseguite manutenzioni straordinarie su macchine e apparecchiature – grazie al risanamento completo delle condotte di scarico della sezione idrovora, il completamento del secondo lotto di ammodernamento, il rifacimento di tutti i carriponte sedimentatori ormai obsoleti, la manutenzione straordinaria dell’ispessitore dei fanghi. Da poco terminati anche i lavori di messa in sicurezza del gasometro dell’impianto. In questo settore gli investimenti realizzati risultano pari a circa 1 milione e 200 mila euro.

La qualità del servizio offerto e la salvaguardia dell’ambiente sono state mantenute ed incrementate tramite numerosi e fondamentali interventi infrastrutturali che hanno consentito a Lignano di presentarsi con maggiore efficacia tecnologica”, dichiara il Presidente Gomboso. Per quanto riguarda le reti fognarie, dopo la posa delle nuove reti in via Rosata e via Celeste, si è risolta l’annosa querelle, che innescava proteste dei residenti e dei turisti, legata ai ripetuti allagamenti in via Ursella (Piazza City). Cafc si è reso protagonista di un intervento innovativo di rifacimento della condotta fognaria attraverso tecniche ‘senza scavo’, dall’inglese no-digging (no-dig); in via Lovato è stato eseguito un altro intervento analogo con la ricostruzione di circa 60 metri di collettore fognario (diametro: 1200 mm). Coinvolte dagli interventi risolutivi anche le vie Tarvisio e Baviera oltre alla ricalibratura dello sfioratore di via delle Terme con annessa stazione di sollevamento e altri di manutenzione straordinaria relativi ai sollevamenti fognari.

Servizio acquedottistico: sono state ultimate rilevanti opere di manutenzione straordinaria nel serbatoio pensile di Via Pineda, oltre ad alcuni interventi di riparazione e rifacimento reti.