Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Senza categoria / LIGNANO : DOPO DUE MESI DI INDAGINI LA POLIZIA INDIVIDUA GLI AGGRESSORI DI UN GIOVANISSIMO PADOVANO RIDOTTO A 30 GIORNI DI PROGNOSI PER 100 EURO.

LIGNANO : DOPO DUE MESI DI INDAGINI LA POLIZIA INDIVIDUA GLI AGGRESSORI DI UN GIOVANISSIMO PADOVANO RIDOTTO A 30 GIORNI DI PROGNOSI PER 100 EURO.

LIGNANO SABBIADORO – Episodio sconcertante di delinquenza giovanile . Due minorenni hanno massacrato un coetaneo per costringerlo a consegnare loro tutti i soldi e hanno ripreso la violenza postando poi il filmato sui social. contando , magari , di farla franca perche’ minorenni . La vittima  della brutale quanto violenta aggressione è  un ragazzo padovano che  è stato sottoposto a intervento chirurgico alla mandibola e giudicato guaribile in 30 giorni. Il pestaggio è accaduto nella notte tra il 15 e il 16 luglio scorsi sulla  spiaggia di Lignano Sabbiadoro (UDINE)

I due aggressori sono stati identificati dalla polizia alcuni giorni fa dopo oltre due mesi di complesse indagini, avviate dopo aver scoperto in rete il filmato del pestaggio. Gli investigatori della Squadra Mobile di Udine hanno individuato prima la vittima e successivamente gli aggressori. Il ragazzo padovano era sulla spiaggia insieme ad alcuni amici dai quali si era momentaneamente allontanato. I due coetanei friulani  lo hanno notato e lo hanno aggredito a calci e pugni, rapinandolo di tutti i soldi che aveva con sé, circa 100 euro.
 «Ti vuoi fare male? Allora dammi il tuo telefono e i tuoi soldi. Muoviti. Ti uccido, il tuo telefono e i tuoi soldi». Sono le frasi  registrate e postate rivolte da uno dei due minori ritenuti gli autori dell’aggressione al coetaneo a Lignano. L’altro riprendeva la scena con il cellulare. Ieri mattina, su disposizione dell’autorità giudiziaria, la Squadra Mobile con l’ausilio della Polizia Postale ha formalmente indagato e perquisito i due minori .

«I giudici devono essere severissimi in questo caso  Per questi delinquenti ci vuole una  pena esemplare, che non vuol dire mandarli in carcere, ma condannarli a frequentare per tre anni tutti i giorni un’oncologia pediatrica: è peggio di una galera, qui si convive con la morte». E’ Paolo Crepet ,  durissimo nel rileggere da psichiatra e sociologo la vicenda di Lignano Sabbiadoro , il luogo dell’aggressione gratuita  che ha visto un ragazzo padovano come vittima. Un video, quello postato dai minorenni autori dell’aggressione, che ritrae una violenza bestiale, fatta di colpi sferrati al volto e minacce di morte per 100 euro .

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

prova INSERIMENTO VIDEO

Rispondi