Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / MEOLO – LADRI AL BAR, FERMATE TRE PERSONE

MEOLO – LADRI AL BAR, FERMATE TRE PERSONE

Poco dopo le 5 di ieri mattina, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di San Donà di Piave hanno arrestato, in flagranza di reato, tre cittadini romeni che, immediatamente prima, si erano introdotti all’interno del bar “Lady’s”, ubicato nella centrale piazza Martiri della Libertà di Meolo (VE). Una persona che stava passando nelle vicinanze aveva avuto modo di notare due individui che stavano uscendo dal bar sopra citato e trasportavano, a braccia, un apparato cambiamonete, utilizzato per cambiare le banconote e quindi utilizzare la moneta per giocare con le slot machines. I due, dopo avere attraversato la strada, hanno saltato una recinzione dirigendosi verso un capanno adibito alla custodia di attrezzatura agricola posto dietro un’abitazione. Il cittadino ha immediatamente informato di quanto stava accadendo la centrale operativa della compagnia Carabinieri di San Donà di Piave mediante il numero telefonico di pronto intervento, restando in luogo ad attendere l’arrivo dei militari. Questi ultimi sono arrivati dopo alcuni minuti e rintracciata la persona che aveva fatto la segnalazione hanno preso notizia dell’accaduto udendo, nel contempo, un forte rumore di colpi sordi provenire dal citato ricovero per attrezzi agricoli. Uno dei militari ha scavalcato alcune recinzioni per individuare esattamente la fonte dei rumori, provocata dai malfattori che stavano cercando di aprire con degli utensili il cambiamonete poco prima asportato. Richiesto l’invio di ulteriori rinforzi, gli operanti si sono appostati nei pressi del capanno e, una volta arrivati gli altri militari in ausilio, mentre stavano per intervenire per interrompere l’azione criminosa in sicurezza, hanno visto uscire un’autovettura Peugeot 206 CC con a bordo tre individui che sono stati immediatamente bloccati. Questi ultimi, sottoposti a perquisizione, sono stati trovati in possesso di circa 1.700 Euro in moneta, di buoni pasto emessi da varie aziende, già vidimati e pronti per essere riscossi, nonché di vari strumenti idonei a commettere effrazioni, quali cacciaviti di grosse dimensioni, piedi di porco, torce elettriche e guanti. Ispezionato l’interno del ricovero per attrezzi agricoli, sono stati trovati alcuni cassetti metallici provenienti da due slot machines che, poco prima, i ladri avevano divelto all’interno del bar “Lady’s”, dove erano entrati mediante l’effrazione di un infisso, nonché l’apparato cambiamonete che avevano provveduto ad aprire all’interno del capanno stesso per vuotarlo del contenuto. Una volta accompagnati gli individui negli uffici di San Donà, sono iniziati gli accertamenti per individuare il luogo da cui provenivano i buoni pasto, del valore di oltre 700 Euro, considerato il fatto che non erano stati rubati all’interno del bar in argomento. Gli operanti hanno così scoperto che i tre individui, tutti cittadini romeni, identificati per LITA Laurentiu Ionut, 27enne, residente a Mestre (VE), VARGA Mihai Ovidiu, 36 enne e POPESCU Petrica, 32enne, entrambi senza residenza in Italia e domiciliati temporaneamente a Musile di Piave (VE), avevano commesso, prima di entrare nel bar “Lady’s”, un analogo furto all’interno del ristorante – pizzeria “Commercio”, ubicato in via Battisti di Meolo. Alla luce dei fatti e di quanto emerso dalla successiva attività di indagine, i tre romeni sono stati arrestati per il reato di furto aggravato, continuato, in concorso, e trattenuti nelle camere di sicurezza della compagnia Carabinieri di San Donà di Piave fino alla mattinata odierna, quando sono stati accompagnati nelle aule del Tribunale di Venezia dove il Pubblico Ministero di turno, informato degli eventi, ha fissato l’udienza con il rito direttissimo. In tale circostanza il giudice ha condannato LITA Laurentiu Ionut alla pena di 2 anni di reclusione e la multa di 400€ da scontare in regime degli arresti domiciliari, mentre, VARGA Mihai Ovidiu è stato condannato alla pena di 3 anni e 15 gg di reclusione, da scontare in carcere, come dicasi anche per POPESCU Petrica, condannato alla pena di 3 anni e 4 mesi di reclusione.

LITA 220x300 MEOLO   LADRI AL BAR, FERMATE TRE PERSONE VARGA 213x300 MEOLO   LADRI AL BAR, FERMATE TRE PERSONE POPESCU 236x300 MEOLO   LADRI AL BAR, FERMATE TRE PERSONE

Articolo di Redazione Venezia

Leggi anche...

Recuperate le salme dei due escursionisti triestini

Tarvisio, ore 17.30 Dopo dieci ore di lavoro ininterrotto sotto la neve e il vento ...

Rispondi