PADOVA : 1000 pecore invadono il Prato della Valle per protestare contro Donald Trump.

Per la prima volta da oltre un secolo e mezzo un maxi gregge di mille pecore guidate dai pastori della Coldiretti ha invaso il cuore di Padova in Prato della Valle, la più grande piazza dEuropa, allindomani della minaccia del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di mettere i dazi su un prodotto simbolo dellagroalimentare Made in Italy come il pecorino, con il rischio di mettere in ginocchio i formaggi e le greggi italiane. Ad accompagnare il gregge Chiara Bortolas, leader veneta e vicepresidente nazionale Donne Impresa della Coldiretti insieme al team di pastori. La storica manifestazione che invade la città con pecore, cani, muli e cavalli avvia la tradizionale transumanza verso i pascoli di montagna che lItalia ha candidato a patrimonio dellumanità dellUnesco. Una giornata allinsegna della vita dei pastori con dimostrazioni di tosatura, esercitazione con i cani pastori e assaggi di pecorino ma anche selfie con gli agnelli e laboratori didattici per i piu piccoli per far conoscere la vita dei pastori, un mestiere a rischio di estinzione non ci sono solo i dazi di Trump e le guerre commerciali globali ma evidenzia la Coldiretti anche per gli attacchi degli animali selvatici, la concorrenza sleale dei prodotti stranieri spacciati per nazionali e il massiccio consumo di suolo che in Italia ha ridotto drasticamente gli spazi verdi e i tradizionali percorsi lungo i fiumi fino ai pascoli di altura storicamente usati per la transumanza delle greggi. relazioniesterne@coldiretti.it - www.coldiretti.it -

Questa mattina la città del Santo si è svegliata con il belare di almeno un migliaio di pecore che hanno invaso le strade che portano in Prato della Valle .Un gregge di pecore guidate dai pastori della Coldiretti che  ha invaso il cuore di Padova , all’indomani della minaccia del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di mettere i dazi su un prodotto simbolo dell’agroalimentare Made in Italy, il formaggio pecorino, con il rischio di mettere in ginocchio i formaggi e le greggi italiane.
Ad accompagnare il gregge Chiara Bortolas, leader veneta e vicepresidente nazionale” Donne Impresa della Coldiretti”  insieme al team di pastori. La storica manifestazione che invade la città con pecore, cani, muli e cavalli avvia la tradizionale transumanza verso i pascoli di montagna che l’Italia ha candidato a patrimonio dell’umanità dell’Unesco. E’ la prima volta da oltre un secolo e mezzo che  un maxi gregge di mille pecore invade la più grande piazza d’Europa.  Una giornata all’insegna della vita dei pastori con dimostrazioni di tosatura, esercitazione con i cani pastori e assaggi di pecorino ma anche selfie con gli agnelli e laboratori didattici per i piu piccoli per far conoscere la vita dei pastori, un mestiere a rischio di estinzione non ci sono solo i dazi di Trump e le guerre commerciali globali ma evidenzia la Coldiretti anche per gli attacchi degli animali selvatici, la concorrenza sleale dei prodotti stranieri spacciati per nazionali e il massiccio consumo di suolo che in Italia ha ridotto drasticamente gli spazi verdi e i tradizionali percorsi lungo i fiumi fino ai pascoli di altura storicamente usati per la transumanza delle greggi.
Ovviamente molta la gioia dei bambini che insieme ai curiosi , fotografi , cineoperatori e ai politici locali hanno immortalato la giornata di protesta che si è trasformata in una giornata di festa .