Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / PADOVA : AZIONI DI CONTROLLO DA PARTE DEI CARABINIERI , VARIE DENUNCE ALL’AUTORITA’ GIUDIZIARIA .

PADOVA : AZIONI DI CONTROLLO DA PARTE DEI CARABINIERI , VARIE DENUNCE ALL’AUTORITA’ GIUDIZIARIA .

Questa notte, durante un controllo alla circolazione stradale, in Saonara (PD), via Frassanedo, i Carabinieri della Stazione di Legnaro (PD) deferivano in stato di libertà T.D.M., 44enne, di origini camerunensi, operaio, residente a Padova, per guida sotto l’influenza dell’alcool.
L’uomo è stato, infatti, sorpreso alla guida della propria FIAT Punto con tasso alcolemico pari a 1,90 gr./l. Oltre alla denuncia è scattato il ritiro della patente, il sequestro del mezzo e la sottrazione di 10 punti sulla patente.

Nel mese di luglio 2018, presso l’UNIEURO di Galliera Veneta (PD) un uomo riusciva ad asportare un drone del valore di circa 100 euro. Le indagini eseguite nell’immediato dai militari della Stazione Carabinieri di Tombolo, supportate anche dall’analisi dei filmati dei videosorveglianza, hanno permesso ai Carabinieri di dare un nome al soggetto immortalato nel furto: si tratta di M.A., 45enne, di origini calabresi, noto alle forze dell’ordine, che è stato quindi denunciato in stato di libertà per furto.
La successiva perquisizione, eseguita presso l’abitazione dell’uomo su delega della Procura di Padova, ha consentito ai Carabinieri di recuperare il drone.

Questa mattina a conclusione di attività di indagine di militari della Stazione Carabinieri di Mestrino (PD), hanno denunciato in stato di libertà per furto aggravato continuato e invasione di terreni o edifici, S.P., 29enne, di origine rom. Un inconsueto andirivieni di soggetti dall’interno di un’abitazione situata in Campodoro (PD), in aperta campagna, aveva insospettito i Carabinieri di Mestrino che hanno avviato subito un indagine.
L’osservazione e gli accertamenti permettevano di stabilire che donna, con il proprio nucleo familiare, da circa 8 mesi occupava, abusivamente l’immobile allacciandosi furtivamente alla rete elettrica e idrica, asportando, nel tempo, energia e acqua per circa 5.000 euro.

Ieri pomeriggio, i militari della Stazione Carabinieri di Padova Prato della Valle, a conclusione attività d’indagine, deferivano in stato di libertà per rapina aggravata, in concorso, tre tunisini, irregolari: Z.R., 33enne, G.M.L. 22enne e B.H.A.A., 24enne.
Le indagini sono scaturite a seguito di un intervento effettuato, nel pomeriggio del 13 settembre scorso, dalla pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile di Padova che interveniva in via Manzoni n. 114, al negozio di parrucchiere su richiesta del titolare, un 39enne, marocchino, regolare e da anni residente in città.
Sul posto, il negoziante, riferiva alla pattuglia che poco prima, tre tunisini, suoi clienti, erano entrati nel negozio e lo avevano picchiato e rapinato del cellulare.
Dopo alcuni giorni la vittima ha formalizzato la denuncia presso il Comando di Prato della Valle, precisando dettagli importanti che hanno consentito ai militari di identificare i tre rapinatori tunisini.
Si è quindi accertato come, nell’ultimo periodo, il terzetto si recava dal marocchino non più per il taglio dei capelli, ma utilizzava l’attività come punto di ritrovo, disturbando, in ultimo, la clientela e il regolare svolgimento dell’attività.
A nulla sono valsi gli inviti del negoziante ad andare via senza infastidire i clienti; difatti, i tre tunisini hanno reagito nel peggiore dei modi, picchiando e rapinando di un cellulare il marocchino che ha anche subito il danneggiamento della poltrona e della vetrina per un danno complessivo di circa 1500 euro.

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

BATTAGLIA TERME (PD) : AUTO VOLA NEL DIRUP OE 5 RAGAZZI FINISCONO ALL’OSPEDALE .

Una Ford C max  perde il controllo della strada e schizza fuoristrada carambolando per un ...

Rispondi