Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / PADOVA : CATTURATO ENTRO 24 ORE IL RESPONSABILE DELLA SPACCATA AL BAR VESCOVADO. E’ UN PADOVANO

PADOVA : CATTURATO ENTRO 24 ORE IL RESPONSABILE DELLA SPACCATA AL BAR VESCOVADO. E’ UN PADOVANO

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Padova unitamente a quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia cittadina, durante la trascorsa notte, hanno sottoposto, di iniziativa, a fermo di indiziato di delitto, LUCA SMANIA , 51enne, padovano, senza fissa dimora, nei cui confronti sono stati raccolti inequivocabili indizi di colpevolezza in ordine al furto commesso nella notte di domenica u.s. ai danni del bar “Vescovado”, ubicato lungo l’omonima via, a due passi dal Duomo di Padova.

L’uomo è stato sorpreso, verso le 4 di questa notte, davanti al bar “Pani” di via Marsala, da parte degli operanti che lo stavano cercando per mettergli le manette. Il suo nome, infatti, era emerso dopo l’esame della tracce dattiloscopiche rilevate dai militari della squadra rilievi del Nucleo Investigativo, nel corso del sopralluogo eseguito, domenica mattina, all’interno del bar Vescovado. Le impronte rilevate sono  state subito trasmesse alla Sezione Investigazioni Scientifiche  Carabinieri di Verona che  hanno  trovato una corrispondenza con quelle di LUCA SMANIA .  Trattandosi di persona senza fissa dimora, l’attività di ricerca è proseguita ininterrottamente, finchè è stato rintracciato, questa notte, in via Marsala.

Da una perquisizione eseguita nell’abitazione di un congiunto abitante a San Giorgio delle pertiche (PD) , dove il 51enne aveva la disponibilità di una stanza, sono stati rinvenuti un piede di porco, strumenti atti a commettere effrazioni, una bicicletta e capi di abbigliamento analoghi a quelli indossati dall’individuo che ha commesso almeno altri due furti, ritratto dai sistemi di videosorveglianza pubblici e privati acquisiti nel corso delle indagini e descritto da alcune persone che lo avevano visto aggirarsi nei paraggi. Sono stati raccolti solidi elementi per l’addebito della responsabilità  anche in ordine ai furti commessi, il 2 ottobre scorso, ai danni del bar panetteria “Carlotta” di via Zabarella ( spaccata attribuita  peraltro  gia’ al tunisino TORCH Amor Ben Lazhar dalla Polizia di Stato )  , e il 2 settembre, del bar pasticceria “Baessato” di Largo Europa .

Alla luce di quanto sopra, i militari hanno eseguito nei suoi confronti il fermo di indiziato di delitto per i reati di furto aggravato e continuato, associandolo alla Casa Circondariale di Padova, come disposto dal Pubblico Ministero, il Dott. Sergio DINI.

Nella considerazione del fatto che difficilmente tutti gli episodi che hanno colpito  recentemente gli esercenti del centro di Padova possano essere riconducibili all’operato di una sola persona,  proseguono le attività investigative nei confronti di  altre 7 persone alle quali sono già state prelevate delle tracce biologiche per compararle con quelle già raccolte in sede di sopralluogo, eseguito dai militari dell’Arma padovana sul luogo dove sono stati commessi gli altri furti.

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

INAUGURATA LA NUOVA AREA GIOCHI DONATA AL PALMANOVA OUTLET ALLA FONDAZIONE DE SENIBUS

Il Palmanova Outlet Village ha donato un’area giochi a misura di bimbo alla Fondazione Casa ...

Rispondi