PADOVA : Comunicato congiunto della Giunta Comunale sulla manifestazione antiabortista di sabato 9 marzo .

Consideriamo Padova una città europea, dove la libertà di espressione è un diritto primario. È altrettanto chiaro che il diritto di manifestazione deve sempre conciliarsi con la serenità della comunità cittadina, che va difesa e tutelata.

Premesso ciò, noi ci schieriamo totalmente dalla parte delle donne, della loro autodeterminazione e delle conquiste suggellate dalla volontà popolare e sancite dalla legge dello stato. Sono conquiste divenute da decenni un patrimonio comune e vanno difese. Il nostro impegno su queste tematiche così delicate è massimo e sarà sempre più forte nelle azioni concrete di educazione, prevenzione e accompagnamento.

Sul corteo contro la 194 previsto per il giorno 9 marzo non possiamo che ribadire che le modalità sulla gestione dell’ordine pubblico e sul diritto di manifestazione sono esclusiva prerogativa del Questore. Rispettando profondamente questa competenza, come Amministrazione abbiamo comunque avanzato la richiesta che le scelte delle Autorità preposte siano attente alla serenità pubblica, alla vivibilità della città e alla fruizione dei suoi servizi essenziali.

Da questo punto di vista tutta la vicenda democratica della nostra città esprime vari esempi di buon senso ed equilibrio che siamo certi saranno tenuti anche stavolta in considerazione.