PADOVA : CONSEGNATO ALLA PROCURA IL VISDEOFILMATO DELL’ OPERAZIONE E LA MORTE DI DANIELE ZANON

L’Azienda ospedaliera padovana ha compiuto tutti gli accertamenti diagnostici dopo la tragedia nonostante avesse ricevuto la diffida del legale della famiglia. É quanto emerge dalle indagini sulla morte di Daniele Zanon, lo studente diciassettenne deceduto poche ore dopo quello che avrebbe dovuto essere un intervento chirurgico di routine. Nel plico di documenti trasmesso alla Procura c’è anche la lettera con cui l’avvocato Ernesto De Toni, che tutela gli interessi della famiglia Zanon, sollecitava il blocco di tutte le attività in attesa che il magistrato disponesse l’autopsia. Lo staff della Chirurgia pediatrica ha invece compiuto tutti i riscontri diagnostici, filmandoli in un video, acquisito anch’esso nel fascicolo della Procura.