PADOVA : DIBATTITO SULLA SICUREZZA VENERDI 18 GENNAIO ORE 19 ALL’EX FORNACE CAROTTA

Un interessante Dibattito sui diritti di cittadinanza è stato  organizzato a Padova dal Gruppo dei Conservatori e Riformisti Europei ECR in collaborazione con l’Associazione Culturale Destra Veneta, al quale partecipano i circoli di Fratelli d’Italia,  si terrà  Venerdi, 18 Gennaio, ore 19, Sala ex Fornace Carotta, via Siracusa,61 a Padova

Il tema scelto dai promotori del confronto sarà: “Decreto Sicurezza. Le politiche dell’immigrazione e i diritti degli Italiani”. Il convegno di Padova si propone di alimentare il confronto sul decreto immigrazione e sicurezza, diventato legge alla fine del 2018 con l’approvazione in parlamento. Un provvedimento che ha suscitato divisioni e critiche sia all’interno della maggioranza sia tra le file dell’opposizione. Dopo gli attacchi del sindaco di Palermo Leoluca Orlando e del sindaco di Napoli Luigi De Magistris , che hanno annunciato di non voler applicare la legge, perché a loro dire è un testo inumano che viola i diritti umani, molti altri sindaci tra cui quello di Padova dicono di voler  boicottare l’applicazione della norma. Ecco perché l’Associazione Destra Veneta con l’europarlamentare On.Remo Sernagiotto del Gruppo dei  Conservatori e Riformisti Europei hanno coinvolto nel dibattito parlamentari come il Sen. Adolfo Urso, attualmente v.Presidente del Comitato parlamentare sicurezza della Repubblica e il Sen. Stefano Bertacco. Non mancheranno esponenti della Regione Veneto come l’Assessore alle attività produttive Roberto Marcato e Maurizio Conte, Presidente del Gruppo Veneto per L’Autonomia. Ad animare il dibattito esponenti delle Forze dell’Ordine come Michele Dressadore ,segretario nazionale del SAP e molti amministratori. Sarà interessante ascoltare la testimonianza della giovane italiana di origine Marocchina Kawtar Barghout, musulmana, rappresentante dell’associazione Stop Radicalizzazione che non sopporta quello che definisce «il buonismo ipocrita. Di seguito il programma del convegno