Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / PADOVA: EMESSO UN DASPO URBANO AD UN UBRIACO MOLESTO IN STAZIONE
POLIZIA-IN-STAZIONE

PADOVA: EMESSO UN DASPO URBANO AD UN UBRIACO MOLESTO IN STAZIONE

Noto ubriacone della Stazione colpito da Daspo urbano emesso dal Questore di Padova. Inibito l’accesso alla stazione e nelle vie limitrofe per 6 mesi .Ieri sera il Questore di Padova ha emesso un Daspo Urbano nei confronti di un noto ubriacone della Stazione Ferroviaria.  Gli agenti della Polfer avevano sanzionato più volte l’uomo, un padovano di 57 anni, perché trascorreva le sue giornate in stazione infastidendo le persone con il suo comportamento molesto dovuto ad alterazione alcoolica.  In diverse circostanze era stato sorpreso dagli operatori di Polizia mentre espletava, alla luce del sole, i propri bisogni fisiologici nelle strade adiacenti il piazzale della Stazione o addirittura fermo lungo i marciapiedi dei binari affollati di viaggiatori, tra cui donne e bambini, in attesa di prendere il treno.

Denunciato ripetutamente all’Autorità Giudiziaria per atti contrari alla pubblica decenza, gli agenti della Polfer lo avevano munito anche del verbale di divieto di allontanamento dall’area Stazione per 48 ore, come previsto dal Decreto Minniti, dall’uomo più volte violato. Riscontrate le continue violazioni, il Questore di Padova è intervenuto emettendo nei suoi confronti un provvedimento più grave, il Daspo Urbano, imponendogli il divieto di frequentare per 6 mesi la stazione e vie limitrofe.  Il provvedimento gli è stato notificato ieri sera, dopo che, in evidente stato di alterazione alcoolica, è stato nuovamente rintracciato dagli agenti della Polfer in piazzale Stazione.

 

PADOVA: EMESSO UN DASPO URBANO AD UN UBRIACO MOLESTO IN STAZIONE

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

VENEZIA : MANTOVANI , NESSUN PATTEGGIAMENTO PER PIERGIORGIO BAITA E NICOLO’ BUSON PER LO SCANDALO MOSE

Nessun “patteggiamento” per ora, al processo per lo scandalo Mose, per Piergiorgio Baita e Nicolò ...

Rispondi