PADOVA : ENTRA NEL VIVO LA CAMPAGNA DI SCREENING GRATUITO PROMOSSA DA FONDAZIONE FORESTA

Parte la campagna di prevenzione della Fondazione Foresta nel cuore di Padova, dove un ambulatorio mobile della Croce Verde sosterà davanti a Palazzo Moroni per svolgere ecografie testicolari a cui si potranno sottoporre, gratuitamente, tutti i cittadini maschi in età fertile. 

Entra nel vivo la campagna di screening gratuito del tumore al testicolo “Le uova? Meglio senza sorprese”, lanciata da Fondazione Foresta Onlus in occasione delle festività pasquali. Dopo la presentazione del progetto alla stampa, sabato 13 aprile il team del Professor Carlo Foresta è partito  con l’attività operativa in pieno centro a Padova con  un ambulatorio mobile della Croce Verde davanti a Palazzo Moroni per svolgere ecografie testicolari gratuitamente per  tutti i cittadini maschi in età fertile.
La campagna proseguirà attivamente anche domenica 14 aprile in Prato della Valle, dove si terrà la “Festa della Tosatura”. La Fondazione Foresta sarà presente dalle 8.30 alle 18.30 con uno stand informativo e distribuirà gratuitamente delle speciali confezioni di uova messe a disposizione dell’azienda LUOVO-BIO.
Tante le attività previste anche nelle prossime settimane in tutta la provincia: il 18 aprile a Cittadella (Mercato di Campagna Amica), il 28 aprile alla Padova Marathon, il 4 maggio a Selvazzano (Mercato di Tencarola di Selvazzano), l’11 maggio di nuovo a Padova (Mercato Coperto di Padova), il 12 maggio a Camposampiero (Festa della Fragola).

Si ricorda che, oltre a partecipare agli eventi in piazza, i cittadini possono aderire alla campagna di screening prenotando una visita di controllo gratuita chiamando il numero verde 800 100 123.  Come parte del “Progetto di Prevenzione Andrologica permanente” negli istituti superiori della provincia di Padova, la Fondazione Foresta in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova, il settore Servizi Sociali del Comune di Padova e l’Ufficio Scolastico Territoriale di Padova, negli ultimi anni ha già dato la possibilità a più di diecimila studenti di eseguire visite su base volontaria che hanno portato alla diagnosi di 9 casi di tumore del testicolo nei giovani studenti del territorio padovano