PADOVA : FRODE DA 25 MILIONI DI EURO . GDF ESEGUE 12 ARRESTI IN REGIONI ITALIANE MA PUNTANO ANCHE IN CROAZIA ,SLOVENIA E SLOVACCHIA .

Un militare della GdF compie controlli nei parcheggi antistanti case popolari dove sono stati scoperfi finti poveri, Padova, 24 febbraio 2012. Irregolare più di una autocertificazione su due, con casi eclatanti di finti poveri perché evasori totali, e oltre 60 titolari di appartamenti pubblici che ora dovranno pagare canoni di affitto più alti se non addirittura cercarsi una abitazione sul libero mercato. E' il risultato di una serie di controlli attuati negli ultimi 12 mesi dalla Guardia di Finanza in stretta sinergia con l'Ater - Azienda Territoriale Edilizia Residenziale - di Padova. ANSA / US GUARDIA DI FINANZA +++ NO SALES +++ EDITORIAL USE ONLY +++

Una frode da 25 milioni di euro tra l’Italia e l’Est Europa è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Padova che, all’alba, ha eseguito 12 misure di custodia cautelare in Veneto, Liguria, Lombardia, Trentino Alto Adige, Puglia, Campania, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia.
Le fiamme gialle stanno operando anche in Slovacchia, Croazia e Slovenia con il supporto della polizia dei tre paesi. Oltre ai provvedimenti restrittivi e a 100 perquisizioni, i finanzieri stanno anche eseguendo un decreto di sequestro preventivo per 8,5 milioni di euro, finalizzato alla confisca per reati tributari e riciclaggio. Al centro dell’inchiesta un’associazione per delinquere finalizzata alle frodi fiscali e al riciclaggio, con il coinvolgimento di 42 società nel settore della prevenzione antincendio e antinfortunistica, i cui proventi sono stati trasferiti nei tre paesi dell’est Europa.