PADOVA : I SENATORI IGNAZIO LA RUSSA E ADOLFO URSO DI FRATELLI D’ITALIA A PADOVA PER SOSTENERE L’ON. REMO SERNAGIOTTO .

Il senatore Ignazio La Russa, è intervenuto oggi in una Conferenza Stampa al Caffè Pedrocchi per sostenere l’On Remo Sernagiotto, candidato alle Europee alla presenza del Sen.Adolfo Urso e Raffaele Zanon.

Protagonisti tutti i circoli della città di Padova di Fratelli d’Italia rappresentati da Gabriele Zanon,Silvia Carpanese,Filippo Ascierto e Tommaso Tommasi .

Il Senatore Ignazio La Russa, parlando di difesa e immigrazione, ha detto che Fratelli d’italia vuole affermare un principio chiaro: in Europa non si entra illegalmente. Le frontiere esterne europee sono uniche e le regole devono essere comuni, per questo vogliamo tutta l’Unione Europea fuori dal Global Compact ONU che vuole favorire una immigrazione senza limiti. Controllo militare delle frontiere esterne e missione europea per un blocco navale così da impedire ai barconi di partire dal nord Africa e fermare così le morti in mare. Chi entra illegalmente in Europa va trattenuto in centri sorvegliati e rimpatriato grazie ad accordi tra UE e Stati terzi.

L’onorevole Remo Sernagiotto ha aggiunto il No della destra allo “ius soli” in Europa. Quote di immigrazione regolare solo per nazionalità che hanno dimostrato di integrarsi e che non creano problemi di sicurezza e terrorismo. Contrasto a ogni forma di neocolonialismo in Africa, causa di povertà e emigrazione; fine del sistema del Franco africano CFA con il quale la Francia sfrutta le sue ex colonie e sostituzione di questo con l’euro CFA per avviare un piano europeo d’investimenti e sviluppo in Africa.

I portavoce Gabriele Zanon e Silvia Carpanese si sono soffermati sui problemi della sicurezza chiedendo anche per Padova il ripristino del pattugliamento nelle strade, anche con i soldati, come prevede il programma “Strade Sicure” ideato proprio da La Russa quando era Ministro della Difesa.I due esponenti di FDI hanno manifestato sostegno alle forze dell’ordine e alle forze armate per adeguarle agli standard europei: stipendi e straordinari dignitosi, dotazioni adeguate di personale, mezzi e tecnologie utili al contrasto del crimine e del terrorismo.

Anche Filippo Ascierto e Tommaso Tommasi hanno reclamato anche per Padova guerra senza quartiere alla droga e agli spacciatori; contrasto alle bande criminali dei furti e delle rapine in abitazione; repressione di ogni mafia, compresa l’emergente mafia nigeriana colpevolmente sottovalutata finora. Certezza della pena: stop agli sconti automatici di pena e costruzione di nuove carceri. Espulsione immediata per gli stranieri che delinquono ed esecuzione della pena nello Stato di provenienza. Espulsione di stranieri e cittadini europei che non dimostrano di avere i mezzi necessari di sussistenza in Italia: non possiamo diventare la baraccopoli d’Europa.