Padova: Il consigliere Cavatton fa saltare il Consiglio Comunale sulle case popolari.

L’ultima volta era successo, due volte, nel 2014, quando il consiglio comunale salto’ perché  iniziato oltre i quindici minuti dopo l’orario fissato. Anche se in realtà quello che emerge ancora una volta è lo scontro  che imperversa tra il presidente del consiglio comunale, Giovanni Tagliavini, e il consigliere Cavatton di Libero Arbitrio. I due avvocati non è la prima volta che si confrontano sul regolamento. Non c’è che dire, questa volta l’ha spuntata Cavatton. La convocazione di un nuovo consiglio comunale, fissata il 20 marzo, anche se prima occore siano convocati tutti i capi gruppo. Scatenata l’opposizione. Alain Luciani: «Con Bitonci non è mai successo e mai avrebbe potuto succedere». Poi sentenzia: «Non sono neppure capaci di tenere l’assemblea». Di fatto il ritardo è stato dovuto a un fraintendimento involontariamente provocato da una consigliera della stessa lista di Luciani, la Lista Bitonci appunto. Un ritardo di tre minuti che ha fatto sì che il consiglio saltasse.“