PADOVA: il ragazzino “ effeminato “ puo’ stare con la madre, dopo anni le restituisco il figlio.

Una mamma che ha combattuto per nove lunghissimi anni nelle aule dei Tribunali  con l’obiettivo di restituire serenità al figlio vittima di presunti abusi sessuali da parte del padre . Non è arretrata di un centimetro neppure quando i servizi sociali sono arrivati a mettere in discussione il suo ruolo di madre e a sollecitare l’allontanamento del minore ottenendolo dal giudice di primo grado .Ora la sentenza d’appello smonta totalmente il precedente provvedimento. Ora  questa donna coraggiosa e amorevole verso il proprio figlio può esultare assieme al suo legale, l’avvocato Francesco Miraglia, che l’ha assistita in questo estenuante contenzioso contro la giustizia rappresentata dai tribunali di questa Repubblica. Il verdetto pronunciato dalla sezione specializzata per i minorenni della Corte d’Appello di Venezia le rende giustizia in maniera chiara ed inequivocabile. Soprattutto nel punto più controverso: la relazione sul ragazzino risale all’epoca in cui aveva 8 anni, e i presunti comportamenti “effeminati” rilevati dalle”specialiste” dei servizi sociali si sono dissolti nel nulla. Il ricorso della mamma, dichiarata decaduta dalla potestà genitoriale nel maggio 2017, è stato interamente accolto. I giudici le hanno restituito il suo ruolo naturale di madre e di potesta’ genitoriale , oggi pero’ Il bambino ha gia’ 16 anni ……meglio tardi che mai ?!?