Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / PADOVA : ANCORA IMMONDIZIA ABUSIVA IN ZONA INDUSTRIALE , NON SE NE PUO’ PIU’ !!!!
IMMONDIZIA ABUSIVA
IMMONDIZIA ABUSIVA

PADOVA : ANCORA IMMONDIZIA ABUSIVA IN ZONA INDUSTRIALE , NON SE NE PUO’ PIU’ !!!!

BASTA!!! L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DEVE PRENDERE SERI PROVVEDIMENTI CONTO GLI ABUSIVI DELL’IMMONDIZIA. ANCHE QUESTO FINE SETTIMANA A POCHI METRI DALL’INCENERITORE E LUNGO LE VIE PUBBLICHE DELLA ZONA INDUSTRIALE DI PADOVA EST ORDE DI IMMONDIZIA ABUSIVA VENGONO SCARICATE DURANTE IL WEEK END , QUANDO LE AZIENDE NON LAVORANO O SONO IN ORARI MOLTO RIDOTTI.

SONO AUTO O FURGONCINI CHE SOMMESSAMENTE FANNO UN PAIO DI GIRI ATTORNO ALLE ROTONDE DI VIALE DELLA NAVIGAZIONE INTERNA,  DI VIALE DELL’INDUSTRIA E NELLE ZONE DI MINOR TRAFFICO  DELLA ZONA  DI PADOVA EST , POI SCARICANO DAI PROPRI BAULI O DAI PROPRI CASSONI LE LORO ” MERCI ABUSIVE” . LO FANNO NELLE ORE PIU’ DISPARATE MA SOPRATUTTO DI VENERDI , SABATO E DOMENICA DALLE 21.00 IN POI O AL MATTINO PRESTO . UNA VERA VERGOGNA !!! BASTEREBBE FAR FUNZIONARE LE TELECAMERE CHE SONO DISSEMINATE LUNGO LA ZONA PER INDIVIDUARE I RESPONSABILI  DELL’IMMONDIZIA ABUSIVA. QUESTA SETTIMANA ADDIRITTURA UNA VASCA DA BAGNO , I VECCHI TELEVISORI A TUBO CATODICO ORMAI NON SI CONTANO PIU’ , RETI ARRUGGINITE O MATERASSI OLIO DA MACCHINA E ALTRO ……BASTA!!! IL COMUNE O L’APS PRENDANO  SERI PROVVEDIMENTI CONTRO IL LERCIUME  CHE  GLI ABUSIVI   ,OGNI SETTIMANA  , SCARICANO DALLE LORO AUTO E DAI LORO FURGONI ;  GENTE CHE ARRIVA  DA ALTRI PAESI  LIMITROFI A PADOVA O  DA QUARTIERI VICINI PRONTI A LERDARE LA ZONA INDUSTRIALE EST DI PADOVA .

EPPOI PARLIAMO DI ROMA….PENSIAMO A CASA NOSTRA!!!!

PADOVA : ANCORA IMMONDIZIA ABUSIVA IN ZONA INDUSTRIALE , NON SE NE PUO' PIU' !!!!

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

Crollo Ponte Morandi: morti Axelle, Melissa, Nathan e William, ventenni francesi diretti in Sardegna

Axelle Place, Melissa Artus-Bastit e Nathan Gusman, William Pouzadoux. Ci sono anche questi quattro ragazzi ...

Rispondi