PADOVA : La voce di Ammazzagatti dal sito ” LA PARTITADELPADOVA.IT ” comunica l’impresa solo sfiorata al Vigorito di Benevento . Il Padova è retrocesso in Serie C

La speranza di rimanere aggrappati alla serie B si è volatilizzata in 30 secondi .Si è passati dall’impresa sfiorata alla retrocessione matematica. Tutto in novanta minuti. Due volte in vantaggio a Benevento, due volte raggiunto. Poi al novantunesimo, il gol di Baraye quando nessuno ci sperava più ma l’illusione dura giusto un attimo, poi il gol di Coda mette la parola fine all’avventura del Padova in serie B. Un 3 a 3 spettacolare ma che alla fine fa solo crescere i rimpianti. Un susseguirsi di emozioni che hanno sancito una stagione nata male e finita con la retrocessione diretta.

Il Benevento non ha nulla da chiedere al campionato ma  i padroni di casa di certo a perdere non ci stanno. La bella prestazione del Padova, ancora una volta con una big del campionato, fa crescere il rimpianto per una stagione maledetta in cui i risultati migliori sono arrivati proprio con le squadre di testa. Troppe le sconfitte, pochi i gol, difficile salvarsi  a queste condizioni. Passati in vantaggio dopo appena diciotto secondi con Pulzetti a segno su assist di Baraye il Padova  è raggiunto da Coda dieci minuti dopo. Nella ripresa dopo un paio di occasioni sciupate i Biancoscudati  ritrovano il vantaggio con un’azione personale conclusa con un gran tiro di Bonazzoli. Di testa pareggia Caldirola, finale arrembante col  il gol di Baraye e l’illusione  subito spenta da Coda.

Giorgio Zamuner, direttore sportivo del Padova sarebbe  finito nel mirino del Vicenza di Renzo Rosso e  ci sarebbe anche l’interesse del Venezia. Il club lagunare avrebbe pensato all’ex giocatore per ricoprire il suo ruolo in società. Si prospetta un possibile derby veneto per contendersi la figura di Zamuner. Lo riporta TuttoB.

BENEVENTO-PADOVA 3-3

Reti: Pulzetti (Pd) al 1′ pt, Coda (Bn) al 10′ pt, Bonazzoli (Pd) al 12′ st, Caldirola (Bn) al 35′ st, Baraye (Pd) al 47′ st, Coda (Bn) al 49′ st

BENEVENTO (4-3-1-2): Montipò; Letizia, Volta, Caldirola, Improta; Crisetig (dal 13′ st Buonaiuto), Viola, Bandinelli (dal 25′ st Tello); Insigne (dal 25′ st Vokic); Coda, Armenteros. A disposizione: Gori, Zagari, Antei, Di Chiara, Gyamfi, Goddard. All. Bucchi

PADOVA (4-3-2-1): Minelli; Cappelletti, Andelkovic, Cherubin, Longhi; Lollo (dal 26′ pt Capello), Serena (dal 36′ st Cocco), Mazzocco; Baraye, Pulzetti (dal 41′ st Clemenza); Bonazzoli. A disposizione: Merelli, Favaro, Ceccaroni, Trevisan, Lovato, Moro. All. Centurioni