Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / PADOVA: le ragazze del sud appaiono più disinibite e i ragazzi del nord sembrano avere meno interesse per la sessualità.

PADOVA: le ragazze del sud appaiono più disinibite e i ragazzi del nord sembrano avere meno interesse per la sessualità.

Una doppia indagine statistica su oltre duemila giovani evidenzia differenze di comportamento tra i giovani del sud rispetto ai coetanei del nord.  Il professor Carlo Foresta: “Paragonando gli esiti all’identica ricerca fatta su Padova emerge anche che i giovani del sud consumano significativamente più marjuana, le ragazze del sud appaiono più disinibite e i ragazzi del nord sembrano avere meno interesse per la sessualità”  Il disagio giovanile si concretizza con l’abuso di pornografia on line, con l’utilizzo di droghe, soprattutto marjiuana o con avventure sessuali non protette. Ma i trend sono diversi a seconda che si analizzi il Nord o il Sud Italia. È questo l’esito di una doppia ricerca effettuata dagli studiosi dell’Università di Padova, che prima hanno valutato i profili di 1.426 studenti veneti e poi quelli di 891 pugliesi nell’ambito del progetto di prevenzione andrologica DiGit-Pro promosso dalla Fondazione Foresta.  I risultati della ricerca saranno presentati tra venerdì 30 e sabato 1 dicembre nel corso di un convegno al Castello Carlo V di Lecce.  La composizione familiare dei giovani della provincia di Lecce è più numerosa poiché solo il 12% dei ragazzi è figlio unico, mentre il 18% a Padova. In ogni caso il riferimento familiare per le informazioni sulla sessualità e sulle malattie del sistema endocrino-riproduttivo e sessuale a Lecce è ritenuto di poco rilievo (68,7% degli intervistati a Lecce contro 62,9% a Padova). In genere, i giovani leccesi, rispetto ai coetanei padovani, considerano le istituzioni come la famiglia, gli insegnanti e i medici, di scarso riferimento per l’approccio a queste tematiche. Tra gli intervistati, sia padovani che leccesi, è fortemente incrementata la frequenza di coloro che giudicano non soddisfacente la propria sessualità. Le motivazioni delle più frequenti difficoltà erettive e l’assenza di desiderio sessuale possono avere diverse interpretazioni. L’elevata emancipazione del sesso femminile, gli atteggiamenti ormai disinvolti delle ragazze che non si distinguono da quelle dei ragazzi, possono creare un senso di inibizione, che poi può diventare patologia quando la sessualità multimediale prende il sopravvento.  Infatti il collegamento ai siti pornografici è dichiarato nella grande maggioranza dei maschi, sino al 90%, e sia i maschi che le femmine utilizzano questa modalità per un autoerotismo che può diventare anche molto frequente (90% nei maschi, 43% nelle ragazze). Per quanto riguarda le abitudini sessuali emerge un dato che merita approfondimenti: una percentuale tra il 10 e il 19% dichiara una sessualità fluida, e questo atteggiamento è molto più evidente tra le ragazze, sia di Padova che di Lecce.

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

PADOVA : Incendio al campo nomadi, la roulotte invasa dal fumo. Occupanti intossicati

Poteva andare peggio in via Sicco Polenton, tra via Bembo e lungargine Ziani, zona Ponte ...

Rispondi