Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / PADOVA : Operaio suicida per colpa della prostituta diabolica: altre tre le vittime accertate
carabinieri a PADOVA
carabinieri a PADOVA

PADOVA : Operaio suicida per colpa della prostituta diabolica: altre tre le vittime accertate

Svolta decisiva nelle indagini per estirpare un’organizzazione criminale gestita da 5 romene che irretivano uomini italiani costringendoli a versare cifre esorbitanti: un arresto. Un’indagine lunga e complessa, partita lo scorso gennaio e culminata con l’arresto di una 28enne romena che con 4 connazionali dovrà rispondere di estorsione e truffa, aggravate e continuate..A gennaio 2018 un operaio 49enne di Piove di Sacco era stato trovato senza vita, vittima di un gesto volontario. A portarlo alla tragica decisione, come avevano scoperto i carabinieri, le vessazioni subite da parte di una giovane prostituta che, dopo un rapporto sessuale, aveva cominciato a tormentarlo con continue e ripetute richieste di denaro. Più di 90mila euro ceduti in varie tranche, in contanti o con transazioni online verso la Romania, per soddisfare le pretese più disparate: dai falsi incidenti stradali alle tragedie familiari, fino a fantomatici procedimenti giudiziari di cui la giovane non poteva coprire le spese. Tutte bugie, a cui si sono aggiunte le minacce quando l’operaio ha cominciato a insospettirsi.“ Dopo  la morte del 49enne i carabinieri hanno cominciato a stringere il cerchio attorno alla 28enne U.A.A., che da tempo bazzicava per Padova e le zone limitrofe dove era conosciuta come prostituta. In breve tempo il peggiore dei sospetti si è concretizzato: non solo il suicidio era legato alla truffa attuata dalla giovane, ma le vittime erano più di una. Tre quelle accertate oltre al defunto, tutti uomini residenti tra Padova e Bologna. Le loro testimonianze sono state essenziali per incastrare la 28enne e le sue complici, portando alla luce il loro gioco sporco.Tre ragazze esercitavano la prostituzione nel padovano e individuando uomini particolarmente fragili che cominciavano a bersagliare con richieste di denaro. Le altre due, di cui una residente in Romania, gestivano e spartivano il ricavato. Sempre identico e infallibile il modus operandi, con le vittime esasperate da minacce sempre più estreme: non solo quella di rivelare tutto alle famiglie, ma addirittura quella di ricevere visite poco piacevoli da connazionali definiti “assassini di professione”. In almeno un caso la promessa si è concretizzata, e uno degli uomini si è trovato seguito in strada da un’auto con targa romena e alcuni individui a bordo che hanno chiaramente lasciato intendere il loro scopo intimidatorio. Da capogiro  le cifre estorte: oltre ai 90mila euro del suicida, le 5 donne si sono fatte consegnare 70mila, 4.500 e 500 euro dagli altri uomini incastrati. Raccolte prove schiaccianti, i carabinieri si sono messi sulle tracce delle criminali, trovando U.A.A. In una sala slot del capoluogo e arrestandola, su disposizione del Gip Elena Lazzarin, prima di portarla nel carcere di Verona. Mentre proseguono le indagini per assicurare alla giustizia le 4 complici, i militari invitano le altre potenziali vittime a rivolgersi al più presto al comando di Piove di Sacco.

 
PADOVA : Operaio suicida per colpa della prostituta diabolica: altre tre le vittime accertate

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

ABANO TERME (PD) : VISITA DELL’ASSESSORE DE BERTI AL CENTRO CONTROLLO AL TRAFFICO E ASSISTENZA AL VOLO AERONAUTICO

L’Assessore regionale ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti Elisa De Berti ha fatto visita oggi ...

Rispondi