Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / PADOVA : PRESO LO SCASSINATORE DEI DISTRIBUTORI AUTOMATICI DEL CAFFE’, ARRESTATO MATTEO CAPITANIO

PADOVA : PRESO LO SCASSINATORE DEI DISTRIBUTORI AUTOMATICI DEL CAFFE’, ARRESTATO MATTEO CAPITANIO

Nel corso della giornata di ieri la Squadra Mobile di Padova ha dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall’A.G. a carico di CAPITANIO Matteo nato il 2.10.1984 di origini bergamasche, anagraficamente residente in provincia di Pesaro Urbino, ma  di fatto senza fissa dimora.L’attività condotta dagli inquirenti patavini è riuscita a delineare a carico del Capitanio un quadro indiziario convergente ed univoco  idoneo a ritenere lo stesso responsabile di ben sette furti aggravati, commessi su distributori automatici di cibi e bevande, collocati prevalentemente all’interno di istituti di istruzione, strutture sanitarie ed esercizi commerciali. All’alba del 24 agosto, in Galleria Borromeo una Volante, impegnata nel servizio di controllo del territorio, aveva controllato il CAPITANIO Matteo. Nell’occasione, il predetto era stato riconosciuto dai poliziotti, in virtù di alcuni filmati acquisiti nei giorni precedenti, quale probabile autore di alcuni furti perpetrati all’interno di plessi scolastici/universitari, nel corso dei quali erano stati danneggiati i distributori automatici di bevande e asportato il denaro contante ivi custodito.

In virtù di quanto accertato e considerato che il CAPITANIO Matteo risultava annoverare numerosi precedenti penali e di Polizia per reati contro il patrimonio, tra i quali, in particolare, proprio furti della medesima tipologia di quelli commessi a Padova e che la serialità delle condotte attestavano un’abitudine quasi quotidiana a procurarsi da vivere in modo illecito, tanto da rendere concreto il rischio di reiterazione specifica del reato, gli inquirenti hanno richiesto all’A.G. l’emissione di una idonea misura cautelare atta a  scongiurare la commissione di nuovi reati della stessa specie.

Considerazioni pienamente condivise dall’A.G. che ha disposto, appunto,  la misura della custodia cautelare in carcere eseguita ieri.

Ecco l’elenco dei fatti che gli sono stati contestati :

Fatto commesso alle ore 15.15 del 24.07.2018, in Padova via G. Colombo 5 presso il complesso di Ingegneria Meccanica dell’Università di Padova Corpo D, dopo essersi introdotto nei locali dove sono ubicate le aule studio del Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Padova, forzava e danneggiava un distributore automatico del caffè, asportandone il denaro contante contenuto.

 Fatto commesso alle ore 14.27 del 04.08.2018, in Padova via G. Colombo 5 presso il complesso di Ingegneria Meccanica dell’Università di Padova Corpo D, dopo essersi introdotto nei locali dove sono ubicate le aule studio del Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Padova, danneggiava due distributori automatici del caffè, asportandone il denaro contante contenuto e quantificato in circa 100 euro.

 Fatto commesso in orario notturno il 07.08.2018 in Padova,  ai danni del supermercato coop sito in via della Pace 35 , dopo aver forzato la porta d’ingresso al supermercato  e quindi il distributore di bevande, si appropriava delle monete in esso contenute.

Fatto commesso alle ore 16.50 del 10.08.2018, in Padova via delle Palme 1, presso il plesso l’istituto scolastico l’I.T.S.C.T. Einaudi Gramsci, dopo essersi introdotto nei locali dell’istituto scolastico Einaudi Gramsci, danneggiava due distributori automatici, asportandone il denaro contante contenuto.

Fatto commesso alle ore 21.23 del 10.08.2018, in Padova via delle Palme 1, presso il plesso l’istituto scolastico l’I.T.S.C.T. Einaudi Gramsci ,dopo essersi introdotto nei locali dell’istituto scolastico Einaudi Gramsci, danneggiando, dapprima l’infisso di una finestra e, successivamente, a intrusone avvenuta, due distributori automatici, asportandone il denaro contante contenuto.

Fatto commesso alle ore 02.36 circa del 23 agosto 2018, in Padova via della Pace 35 presso punto vendita COOP. forzando, dapprima una porta e successivamente, a intrusione avvenuta, i distributori automatici, ne asportava il denaro contante contenuto

 Fatto commesso a Padova il 25.08.2018 distretto socio sanitario di via dei colli. Ha forzato il cassetto di raccolta automatica delle monete appropriandosi della somma di circa 30 euro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

INAUGURATA LA NUOVA AREA GIOCHI DONATA AL PALMANOVA OUTLET ALLA FONDAZIONE DE SENIBUS

Il Palmanova Outlet Village ha donato un’area giochi a misura di bimbo alla Fondazione Casa ...

Rispondi