Roshe Run Outlet, Nike Air Max 90 Outlet, Air Jordan Outlet
Home / Notizie / Cronaca / PADOVA: SOSPESI DALLA PROFESSIONE DUE DIRETTORI DI TV LOCALI .

PADOVA: SOSPESI DALLA PROFESSIONE DUE DIRETTORI DI TV LOCALI .

Nel corso dei primi dieci mesi del 2018 il Consiglio di disciplina territoriale dell’Ordine dei giornalisti del Veneto si è occupato di un centinaio di fascicoli disciplinari e ha inflitto 14 sanzioni, tre delle quali hanno previsto la sospensione dalla professione dei colleghi incolpati.  Proseguendo nella prassi adottata dal Consiglio, viene indicato il nominativo dei colleghi sanzionati unicamente nei casi che riguardano la sospensione dall’attività professionale o la radiazione dall’Albo.
Ai sensi di quanto previsto dall’art. 3 del DPR 137/2012 nell’Albo vengono annotate, dopo essere diventate definitive, le sanzioni disciplinari inflitte a ciascun iscritto.

La sospensione dalla professione per la durata di due mesi, è stata comminata al giornalista professionista Mario Zwirner, condirettore di Telenuovo,  per aver realizzato un servizio televisivo ritenuto di contenuto palesemente promozionale, nel quale non risultava evidenziata la natura pubblicitaria. Il giornalista ha proposto ricorso avanti al Consiglio Nazionale, il quale ha confermato la sanzione per la quale è stata disposta l’esecuzione dal 1° novembre al 31 dicembre del 2018.

La sospensione dalla professione, per la durata di due mesi, è stata comminata al giornalista pubblicista Nello Duprè, per aver riportato in un articolo relativo alla vicenda di un suicidio, notizie e dati personali relativi alla vittima e ai suoi prossimi congiunti assolutamente infondati e non veri. Si trattava del suicidio di una persona non certamente “nota”, avvenuto nella propria abitazione; evento non qualificabile di particolare interesse pubblico. Il giornalista non ha proposto impugnazione e la delibera è divenuta esecutiva, ed è stata disposta l’esecuzione dal 1° ottobre al 30 novembre del 2018.

Nell’ambito della medesima vicenda sono stati sanzionati anche altri tre colleghi: due censure ed un avvertimento.

La sanzione della sospensione dalla professione, per la durata di  sette mesi, è stata notificata al giornalista pubblicista Ermanno Chasen, direttore di Triveneta, per aver disposto, o comunque consentito, in contrasto con i propri doveri di direttore responsabile della testata, che un’altra persona – in particolare il pubblicista Giorgio Borile – gestisse la redazione giornalistica dell’emittente televisiva sostituendosi di fatto a lui nel ruolo di direttore e instaurasse una gestione dei colleghi della redazione all’insegna di minacce e gravi comportamenti (condotta per la quale il Borile è stato sanzionato a sei mesi di sospensione, poi ridotti a due dal Consiglio nazionale di disciplina).
Il direttore Chasen potrà presentare ricorso avverso la sanzione avanti al Consiglio nazionale di disciplina; di conseguenza alla delibera non verrà data immediata esecuzione.

Articolo di Redazione Padova

Leggi anche...

PADOVA: IN POCHI GIORNI RACCOLTE 700 FIRME CONTRO LA FATTURAZIONE ELETTRONICA COME E’ STATA PROPOSTA DALL’ATTUALE GOVERNO .

In pochi giorni i circoli cittadini  di Fratelli d’Italia di Padova hanno già raccolto oltre ...

Rispondi