PADOVA : STUDENTI CONTRO LE MAFIE IN PIAZZA

In occasione della XXIV Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti di mafia, oggi gli studenti sono scesi in piazza per dire no al fenomeno mafioso presente anche nel nostro territorio. “Una piazza popolata principalmente di studenti” commenta Tommaso Biancuzzi, coordinatore della Rete degli Studenti Medi del Veneto, “In un territorio come quello del Nord Est non è scontato che i giovani siano consapevoli dell’importanza della lotta alle mafie, spesso non si è consapevoli neanche della loro presenza delle nostre regioni. Oggi abbiamo dimostrato che gli studenti credono nella legalità e nella possibilità di cambiare le cose.”

Il percorso ha attraversato tutta la città, permettendo anche a tutte le scuole di Padova di partecipare. Al riguardo Marco Nimis, coordinatore della Rete degli Studenti Medi di Padova dichiara: “Il problema non sono i migranti, sono i mafiosi: ecco perchè è un vero orgoglio vedere una così elevata partecipazione da parte dei miei coetanei. Nei giorni precedenti alla manifestazione in tanti si sono spesi per creare questo momento e ancora di più sono stati quelli che hanno raccontato ai loro compagni il senso di questa giornata, creando assemblee e conferenze sul tema nei loro istituti.”“Questa giornata è stata sicuramente un successo,” dichiara Pietro Notarnicola, coordinatore dell’Unione degli Universitari “ ma il 21 marzo sarà solo un giorno di partenza, non si fermerà tutto qui, la lotta contro le mafie non si esaurisce certo in un corteo, è soltanto un modo per ricordarci quanto il nostro impegno debba essere quotidiano. Continueremo sempre a sensibilizzare la cittadinanza sul tema e a batterci per porre una fine a questo fenomeno.”