PADOVA : UFFICIALE GIUDIZIARIO PIGNORA ASSEGNO DI 239 MILA EURO A BANCA MPS CONDANNATA A PAGARE DAL GIUDICE

Parliamo ancora una volta  di banche usuraie Per raccontare questa storia  .  L’ufficiale giudiziario per permettere il risarcimento a una Società Immobiliare con sede in città, è stato costretto a pignorare un assegno da oltre 200 mila euro alla banca con cui l’azienda era entrata in causa. Correva l’anno 2005 quando la ditta, specializzata nel vendere e acquistare abitazioni ha denunciato la banca Monte dei Paschi di Siena Spa impugnando due rapporti di conto corrente viziati da interessi anatocistici e ultralegali. In primo grado il Tribunale di Padova aveva accolto la domanda presentata dalla società immobiliare e condannato l’istituto di credito a pagare ai suoi ex clienti la somma di 79 mila e 300 euro. Ma la banca Monte dei Paschi di Siena ha impugnato la sentenza di primo grado ed è ricorsa in Corte d’Appello. E i giudici di Venezia hanno condannato in via definitiva la banca Monte dei Paschi di Siena a versare in favore della società immobiliare la somma di 239 mila e 575 euro pari al capitale, agli interessi e alle spese legali che solo grazie all’azione dell’Ufficiale giudiziario sono riusciti ad ottenere