PATRIA DEL FRIULI: FONTANINI, PROSSIMO ANNO CELEBRAZIONI A UDINE

“Il prossimo anno le celebrazioni della Festa della Patria del Friuli si terranno nella città di Udine, che del Friuli è la storica Capitale”. Lo ha annunciato con soddisfazione il Sindaco Fontanini all’indomani della conclusione a Gorizia della ricorrenza che da quarantadue anni ricorda, nella giornata del 3 aprile, la fondazione dello Stato Patriarcale Friulano, avvenuta 942 anni fa.

“È un fatto che questa festa sia sempre più sentita dalla cittadinanza, a dispetto di chi vorrebbe cancellare memoria, identità e radici e delle pretestuose polemiche che hanno accompagnato gli eventi, che hanno invece ottenuto un riscontro di pubblico superiore a quello degli anni scorsi”.

“Ma il gran finale – prosegue il Sindaco – è stato il concerto per i 150 anni dalla nascita di Arturo Zardini, il celebre autore di Stelutis alpinis, che si è tenuto nel luogo simbolo del Patriarcato aquileiese, il Salone del Parlamento del Castello di Udine, gremito per l’occasione da centinaia di cittadini desiderosi di commuoversi sulle note e sui versi del compositore friulano. Dispiace per i molti che sono dovuti rimanere fuori ma la capienza di 150 posti a sedere non ha permesso di far entrare tutti”.

“Voglio infine esprimere la mia gratitudine ai tifosi dell’Udinese per avere voluto ricordare, con una maestosa riproduzione del simbolo dell’aquila esposta in corrispondenza della Curva Nord all’inizio di una partita importante come quella di ieri, la giornata del 3 aprile del 1077. Un bel gesto di appartenenza, di orgoglio e di consapevolezza di sé, oltre che una risposta chiara all’assurdo divieto di introdurre al Friuli le bandiere della nostra terra”, conclude Fontanini.